Quantcast

Rete di trasporto TEN-T al centro della V Commissione Consiliare

L'obiettivo della Commissione è che la città di Crotone faccia da apripista, attraverso l'approvazione del deliberato, per coinvolgere tutti i comuni della fascia ionica.

Più informazioni su

La V Commissione Consiliare permanente, presieduta dal consigliere comunale Salvatore Riga tenutasi ieri 15 ottobre, ha approvato all’unanimità la proposta di deliberazione avanzata dalla consigliera comunale Anna Maria Cantafora finalizzata all’inserimento della fascia ionica calabrese, oggi inserita nella rete Comprehensive nella rete Core Network della rete di trasporto TEN-T. La Rete TEN è l’acronimo corrispondente Trans European Network che comprende la rete stradale trans-europea, la rete ferroviaria transeuropea (che include sia la rete ferroviaria convenzionale che quella ad alta velocità), la rete fluviale trans europea e porti per la navigazione interna, la rete marittima trans-europea (detta anche autostrade del mare). L’obiettivo della Commissione è che la città di Crotone faccia da apripista, attraverso l’approvazione del deliberato, per coinvolgere tutti i comuni della fascia ionica da Rocca Imperiale a Melito Portosalvo, affinché si faccia fronte comune per chiedere all’Unione Europea l’inserimento delle attuali reti ferroviarie, marittime, aeroportuali e stradali esistenti nella rete Core della TEN-T. Una voce unica, forte e determinata, per sostenere una strategia comune finalizzata alla crescita e allo sviluppo non solo di tutte le comunità della fascia ionica ma dell’intera Calabria, essendo la fascia ionica la porta naturale verso l’oriente e i Paesi emergenti.
L’inclusione dei comuni della fascia ionica nella rete TEN-T consentirebbe di superare il ritardo infrastrutturale atavico dell’area aumentando il grado di coesione sociale, facilitando la circolazione di persone e merci, favorendo scambi culturali e commerciali. La Commissione oltre a evidenziare la notevole disparità di infrastrutture non solo tra Europa ed Italia ma tra le stesse regioni italiane ha valutato che la posizione geografica della fascia ionica conferirebbe al territorio, se incluso nella rete europea dei trasporti, grandi potenzialità per intercettare flussi di mercato europeo ed asiatico. La proposta della V Commissione sarà sottoposta alla Giunta e al Consiglio Comunale per la sua discussione ed approvazione al fine di coinvolgere successivamente i Comuni della fascia ionica.

Più informazioni su