Quantcast

Discarica di Giammiglione: la soddisfazione di Pingitore

"Ringrazio tutti, l’intero Consiglio comunale e coloro i quali prenderanno a cuore questa grave situazione ambientale esistente in questa città".

Riceviamo e Pubblichiamo:

Esprimo profonda soddisfazione che il Consiglio comunale di Crotone nella serata del 22 novembre 2021 ad unanimità ha espresso un forte diniego alla realizzazione della discarica di Giammiglione. L’indizione al civico consesso è avvenuta previa mia richiesta inviata al presidente del Consiglio sulla base del fatto che oramai l’argomento si trascina da quasi venti anni, e penso che bisogna oramai giungere alla fine. Sono stato sempre in prima linea su questa sciagurata ipotesi, prima da presidente di un’associazione ambientale, poi da sindaco di Scandale, ora da Consigliere comunale di Crotone, voglio onorare ancora una volta l’impegno preso da oltre tre lustri. Ribadisco l’impossibilità di far sorgere ulteriori invasi e impianti per lo smaltimento di rifiuti vista le presenza nell’intero territorio di numerosi impianti industriali di trattamento rifiuti, con forte impatto ambientali. Solo nel raggio di qualche chilometrico esiste la seguente realtà: tre centrali biomasse; una turbogas; un termodistruttore; la discarica contenente i rifiuti della Pertusola; la discarica di Tufolo-Farina e il mega invaso di Columbra, non parliamo del CIC (conglomerato idraulico catalizzato) sparso in alcuni siti della città. Va, altresì, evidenziato che, con legge regionale  n. 35 del 10/08/2012 – di integrazione e modifica dell’art. 51 della l. r. 19/2002 – la Regione Calabria ha sancito il principio secondo cui in zona agricola – qual’è quella oggetto dell’autorizzazione – è vietata ogni attività di deposito, smaltimento e lavorazione di rifiuti non derivante dall’attività agricola o da attività ad essa complementari situate all’interno di zone agricole con coltivazioni o elaborazioni di prodotti agroalimentari di pregio con tutela o marchio di qualità, con particolare riguardo per le zone ricadenti in distretti rurali o agroalimentari di qualità. Ringrazio tutti, l’intero Consiglio comunale e coloro i quali prenderanno a cuore questa grave situazione ambientale esistente in questa città.