Quantcast

In Calabria gli aeroporti sono tre, la Società Aeroportuale unica

La nota del ex consigliere comunale di Crotone, Giovanni Procopio.

Più informazioni su

Riceviamo  e Pubblichiamo:

L’occasione di questa mia nota stampa nasce dalla lettura di un comunicato stampa del parlamentare reggino Cannizzaro di cui, per chi non lo avesse letto, riprendo due sue dichiarazioni emblematiche ma molto discutibili e, che a me paiono , molto vecchie. Afferma l’onorevole Cannizzaro. “L’aeroporto dello stretto sarà rivoluzionato grazie al mio emendamento”. Come se l’aeroporto dello stretto che è poi quello di Reggio Calabria fosse una realtà avulsa dagli altri due aeroporti calabresi, quello di Lamezia Terme e quello di Crotone. Non contento il deputato azzurro continua : “Io invece oggi più che mai non solo confermo ciò che ho sempre detto ma rilancio, perché metteremo in pratica quello che nessuno ha mai fatto : riammodernamento totale e messa in sicurezza dell’aerostazione; abbattimento delle limitazioni; coinvolgimento di altri vettori; rafforzamento dei voli principali con Ita; ruolo di prim’ordine nella strategia di collegamenti regionali e oltre lo Stretto; reinserimento del personale ex Alitalia di Reggio Calabria”. Da convinto sostenitore del presidente Occhiuto dopo la lettura di questa sua nota mi dispiace fare questa riflessione. Quando si è rappresentati della Repubblica italiana non si può essere sfacciatamente di parte o rappresentare un solo ed unico campanile. Per questo, e per tanto altro ancora, voglio ricordare all’onorevole Cannizzaro che la Calabria è una. Ed è abitata da meno di 2 milioni di calabresi. Di calabresi di Reggio. Di Vibo. Di Catanzaro. Di Lamezia Terme. Di Crotone. Di Corigliano /Rossano. E di Cosenza. E anche di Isola Capo Rizzuto, Di Siderno, Di Decollatura, di Carolei, di Pizzo. E una disattenzione o un torto fatto a uno di questi territori è un torto fatto alla Calabria. E ai calabresi. E l’onorevole Cannizzaro che io non posso non apprezzare per lo sforzo che produce a vantaggio del suo territorio di elezione, nel caso di specie per l’aeroporto di Reggio Calabria, questo sforzo non gli può e non gli deve far dimenticare che lui è calabrese prima di essere reggino. E gli aeroporti di Lamezia Terme e di Crotone dovrebbero avere, da parte sua, lo stesso interesse che lui nutre, giustamente, per quello di Reggio Calabria. Perchè, e mi piace ricordarglielo, l’aeroporto Sant’Anna di Crotone potrebbe essere utile non solo per Crotone e il suo territorio ma per tutta la fascia ionica calabrese. E in parte per la Basilicata e la Puglia. Mi dispiace solo che l’onorevole Cannizzaro sia rimasto ancorato ad una visione della Calabria così chiusa e provinciale, visione che, del resto, trapela dalle sue stesse dichiarazioni. Una società pubblica, com’è ridiventata Sacal, non può ripetere impunemente gli stessi errori commessi nel passato anche recente. Efficacia. Efficienza. Ed economicità. Questi sono e dovranno essere i pilastri su si deve e si dovrà reggere la nuova società pubblica. Il tempo di Pantalone è finito. Ed è finito per sempre. E per davvero. Se poi l’onorevole Cannizzaro volesse contraddirmi lo faccia. E lo faccia con i fatti. Per i quali mi permetto d’indicare la strada. Aiuti, nella sua qualità di parlamentare calabrese e non reggino, l’aeroporto Sant’Anna di Crotone a fuoriuscire dalla Sacal e i porti di Crotone e di Corigliano Rossano a fuoriuscire dall’Autorità di sistema del Tirreno e dello Jonio. Lo faccia coinvolgendo gli altri parlamentari calabresi e l’intera deputazione regionale. Nel frattempo, e nell’attesa, se proprio volesse darmi una lezione di calabresità si potrebbe attivare per fare in modo che le risorse della Zes Calabria siano ripartiti equamente tra i porti e i retroporti, gli aeroporti e gli agglomerati industriali calabresi e non siano invece tutti dirottati, com’è già successo, verso il porto di Gioia Tauro (111 milioni su 135 milioni disponibili). E se proprio non dovesse riuscirci si attivi per intercettare ulteriori risorse aggiuntive per rimpinguare la Zes Calabria. Resto in attesa di leggere o di avere notizie del deputato regionale on.le Francesco Cannizzaro.
Giovanni Procopio
già consigliere comunale di Crotone

Più informazioni su