Quantcast

Castello di Carlo V: percorso lineare e costante dell’amministrazione

I consiglieri Acri, Vrenna, Tallarico, Liguori e Facino: "abbiamo sostenuto e continuiamo a sostenere questo modo di procedere perché anche a noi, come per tutti i cittadini, sta a cuore la riapertura del Castello".

Più informazioni su

Il sopralluogo congiunto effettuato da Comune, Segretariato Regionale Ministero della Cultura e Arpacal, ha segnato una giornata importante per la auspicabile riapertura del Castello Carlo V. Ma quello di positivo che è avvenuto venerdì scorso parte da lontano.
Parte dall’insediamento dell’amministrazione comunale, dai continui e costanti rapporti che la stessa ha avuto con Ministero ed Arpacal, dalla sinergia istituzionale con la Prefettura. Basta verificare il riscontro delle riunioni che si sono tenute per verificare quanto impegno e quanta attenzione l’amministrazione, il sindaco abbiano profuso per arrivare ad una definizione di un problema che, ricordiamo, si trascina dal 2018. Ed anche le dichiarazioni rilasciate alla fine del sopralluogo da parte del sindaco evidenziano l’impegno personale e dell’ente, che non nasce oggi, nel voler arrivare, supportato da elementi di natura tecnica, alla apertura del Castello Fortezza. Se qualcuno intende assumersi meriti lo faccia pure, sono gli atti e i documenti che parlano e che dimostrano come l’amministrazione abbia seguito un percorso lineare ed allo stesso tempo costante per risolvere una situazione particolarmente delicata. Si è affrontato il problema non cavalcando emotivamente la situazione o spendendo populismo spicciolo fine a se stesso ma con serietà e determinazione, basandosi su elementi di natura tecnica e sempre nella condivisione istituzionale, come è giusto che sia.
Per quanto ci riguarda abbiamo sostenuto e continuiamo a sostenere questo modo di procedere perché anche a noi, come per tutti i cittadini, sta a cuore la riapertura del Castello.
E quanto è avvenuto venerdì scorso è in linea con quanto la nostra amministrazione sta facendo.
Il cambiamento sta nei fatti non nelle parole.
I Consiglieri Comunali
Paolo Acri
Giada Vrenna
Ginetta Tallarico
Paola Liguori
Santo Facino

Più informazioni su