Quantcast

Ora diventa indifferibile costruire il dopo Voce

Cerrelli e Cavallo (Popolo e Identità): "Facciamo appello a tutte quelle forze culturali, politiche e sociali che sentono di aderire culturalmente al perimetro valoriale e identitario del centro destra"

Riceviamo e pubblichiamo:

Se c’era ancora qualcuno che pensava che a Crotone esistesse un centro destra, alternativo idealmente all’imbarazzante amministrazione del sindaco Voce, in queste ore si sarà certamente ricreduto constatando, purtroppo, che il centro destra a Crotone non esiste e, anzi, non esiste da tempo, o forse non è mai esistito. È quanto dichiarano il Presidente di “Popolo e Identità”, Giancarlo Cerrelli e la Consigliera Comunale di “Popolo e Identità”, Marisa Luana Cavallo. La dimostrazione plastica di ciò che abbiamo sostenuto – continuano Cerrelli e Cavallo – è data dal fatto che proprio chi si è finora arrogato la pretesa di essere il leader del centro destra di Crotone, ha pensato bene, invece di costruire un’alternativa ideale, culturale, amministrativa e politica all’amministrazione Voce, di fare un inciucio proprio con il sindaco Voce, correndo in suo soccorso. Non è da meno, tuttavia, – proseguono Cerrelli e Cavallo – l’incoerenza del sindaco Voce che da sempre ha sbandierato la sua irriducibile contrarietà e lontananza da questo centro destra e ora, invece, pur di salvare la poltrona, ci va a nozze. Non sappiamo se alla fine Voce, con o senza il sostegno innaturale di Torromino & C., riuscirà a ritardare la fine della sua amministrazione. Quel che è certo, invece, – continuano i due esponenti di “Popolo e Identità” – è che diventa urgente e indifferibile il costruire, con fondamenta nuove, il dopo Voce. C’è un’area di centro destra da ricostruire! Non si potrà, tuttavia, pensare di ricostruire quest’area senza che abbia alla sua base quei principi identitari che devono connotarla e che si inseriscono in un chiaro perimetro valoriale, che distinguono il centro destra dal centro sinistra. La fuga in avanti, di queste ore, da parte di alcuni esponenti del “finto” centro destra di Crotone, a sostegno dell’amministrazione Voce, – continuano Cerrelli e Cavallo – dimostra che quando non si possiede un’identità culturale e politica chiara, ogni cosa diventa possibile! Facciamo, pertanto, appello a tutte quelle forze culturali, politiche e sociali che sentono di aderire culturalmente al perimetro valoriale e identitario del centro destra, a partecipare a un prossimo incontro, in un luogo neutro, di cui presto sarà data notizia, per poter iniziare assieme un ragionamento, che propizi una seria e indifferibile ricostruzione di un’area alternativa al centro sinistra. Nessuno, tuttavia, – concludono Cerrelli e Cavallo – dovrà inizialmente vantare una qualche primazia, ma saranno stelle polari che guideranno la nostra azione: il perseguimento del bene comune, la tutela della nostra terra e il ritorno della politica come punto di riferimento dei consociati. (