Quantcast

Le rubriche di Crotone Informa - Liceo Classico Pitagora

Vittoria alle selezioni regionali delle Olimpiadi delle Scienze

Ora le gare nazionali che si disputeranno sabato 8 maggio 2021. 

Il Liceo classico Pitagora ha da qualche anno implementato lo studio delle materie scientifiche con il potenziamento orario delle scienze e della fisica nel quinquennio dell’indirizzo scientifico e l’introduzione del corso di Biomedicina con l’aggiunta dello studio dell’anatomia a partire dal terzo anno. La finalità è stata quella di offrire un percorso di studi più rispondente alle esigenze degli studenti di oggi, per superare la distanza che c’è tra il percorso di studio della scuola superiore con quello universitario, offrendo agli studenti un approccio metodologico appropriato e favorendo lo sviluppo di competenze critiche e transdisciplinari adeguate; per favorire l’accesso degli studenti ai corsi di laurea nel settore medico, biologico, biotecnologico e sanitario offrendo agli studenti conoscenze e competenze approfondite delle materie scientifiche e biomediche.
A premiare la scelta del Liceo Classico Pitagora  è la classificazione al secondo posto, anche quest’anno, alle regionali  delle olimpiadi delle Scienze 2021 e la partecipazione alla gara Nazionale. Infatti quest’anno a rappresentare la regione Calabria alla diciannovesima edizione delle Olimpiadi delle Scienze Naturali ci sarà Livia Notariu del VA preparata dalla prof.ssa Cosentino Mariella. Le Olimpiadi delle scienze, rivolti a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore, sono promosse dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del MIUR, e quest’anno ha visto la partecipazione di più di 400 scuole superiori distribuite sull’intero territorio nazionale.

Le Olimpiadi delle Scienze Naturali perseguono i seguenti obiettivi:

  • fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;
  • realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane;
  • individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le Scienze Naturali, sostanzialmente condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;
  • confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;
  • avviare, alla luce del confronto effettuato con realtà scolastiche estere, una riflessione sugli eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

La gara nazionale sarà disputata sabato 8 maggio 2021.