MESchino

La parola arguta di oggi è... doppia e forse anzi tripla; TROIKA!

Più informazioni su

Da enciclopedia Treccani: http://www.treccani.it/vocabolario/meschino/

meschino agg. [dall’arabo miskīn «povero, indigente»]. – 1. letter. Infelice, sventurato, che si trova in misero stato; esprime in genere commiserazione: povero e m. fu d’Atene cacciato (Boccaccio); Qualche grazia il meschino Corpo fra voi ricopra (Petrarca); come esclam.: m. me!, o me infelice!, misero me!; Guerin Meschino, protagonista dell’omonimo romanzo cavalleresco del cantastorie fiorentino Andrea da Barberino (c. 1370 – c. 1430). Sostantivato: dovrebbero aiutare quei m.; Su per la viottola scoscesa Va la m. risolutamente (Giusti). 2. ant. Che è in condizioni di povertà e servitù: Ne la sembianza mi parea meschino, Come avesse perduto segnoria (Dante). Quindi, come sost., servo, sottoposto: le meschine De la regina de l’etterno pianto (Dante), le Erinni, ancelle di Proserpina o Ecate. 3. Nell’uso com. odierno, si dice soprattutto di cosa che risulti eccessivamente scarsa, insufficiente, inadeguata per quantità o qualità, o sostanzialmente povera… 

Si sbaglierà di rado se si ricondurranno le azioni estreme alla vanità, quelle mediocri all’abitudine e quelle meschine alla paura.

Friedrich Nietzsche

Il MES è CHINO, scorto a novanta gradi verso la troika o colmo di vergogna inconsapevole?

visto che: “Dovrete imparare a fare con la parola arguta quello che non potete fare con la parola aperta; a muovervi in un mondo, che privilegia l’apparenza, con tutte le sveltezze dell’eloquenza, a esser tessitore di parole di seta.  Se gli strali trafiggono il corpo, le parole possono trapassare l’anima”. Umberto Eco

Allora, noi per primi (e sia in senso temporale che per compito e responsabilità) abbiamo voluto inaugurare una rubrica che diventi monito (per noi stessi) e vocabolario, rubrica, fonte se possibile. Aiutateci, aiutiamoci ad essere arguti con la vita dei nostri figli, almeno con la loro, visto che con la nostra siamo stati finora così “analfabeti” (sia di andata che di ritorno)!

Più informazioni su