Quantcast

Front line – Understanding migration and building cohesive societies

Il corso è stato promosso dall’Associazione Culturale Itaka Training di Vibo Valentia

Si è svolto di recente on line (15-19 marzo 2021) sulla piattaforma Zoom, un corso di formazione sulle MIGRAZIONI IN EUROPA E COSTRUZIONE DI SOCIETA’ COESE, nell’ambito del Progetto ERASMUS+ Cod. 2019-1-IT02-KA104-061695, denominato “FRONT LINE- Understanding migration and building cohesive society”, basato sulle tematiche dell’immigrazione extra-europea e dell’inclusione dei soggetti più svantaggiati nel processo di integrazione all’interno dell’Unione Europea.
Il corso è stato promosso dall’Associazione Culturale Itaka Training di Vibo Valentia, centro di formazione che mira promuovere l’inclusione sociale e digitale, unitamente a un consorzio nazionale che include NGO (organizzazioni non governative), scuole e centri di formazione.
All’evento hanno preso parte formatori, insegnanti, educatori, operatori sociali : 14 partecipanti italiani, tra cui le proff. Ornella Pegoraro e Vera Ferraro, che già collaborano con Itaka Training nell’ambito di attività di formazione dirette all’inclusione sociale, 30 dal Regno Unito e altri da paesi non UE (Messico, Marocco). Il corso ha consentito ai partecipanti di acquisire una conoscenza più articolata dei fattori che  influenzano i migranti non Europei e i gruppi più vulnerabili nel processo di integrazione all’interno dell’Unione Europea, entrando in contatto con metodi e strategie per affrontare la crisi migratoria dei rifugiati e migranti.

Descrizione delle attività:

    • Introduzione alla migrazione forzata con particolare focus sui diritti umani internazionali;
    • protezione dei minori e diritti dei migranti
    • approfondimenti sugli aspetti psicologici della migrazione
    • impatto della pandemia Covid-19 sulle migrazioni
    • ruolo dei social media sulle migrazioni
    • possibili risposte ai dilemmi riguardanti l’integrazione dei migranti attraverso la cultura e il dialogo interreligioso
    • il ruolo dell’educazione degli adulti nelle comunità locali che ospitano i migranti
    • Presa di coscienza dei pericolo dell’incitamento all’odio on line (on line Hate Speech)

Sono state stabilite nuove idee per promuovere i valori comuni europei, il dialogo interculturale per combattere l’esclusione sociale di rifugiati e richiedenti asilo. I partecipanti  hanno acquisito nuovi utili strumenti che consentiranno loro di potenziare la loro competenza interculturale necessaria per relazionarsi con persone appartenenti a un background linguistico e culturale diverso dal proprio, soprattutto in riferimento ai maggiori cambiamenti presenti nell’attuale società europea che ha visto lo sviluppo di comunità europee multiculturali.