Al “Mesoraca in Festival” la presentazione di Elsa di Angela Bubba

Il tutto nella meravigliosa cornice della Chiesa Monumentale del Ritiro

Grande successo ieri sera per il terzo appuntamento della rassegna culturale  “Mesoraca in Festival”. Incontro con Angela Bubba che ha presentato il suo “Elsa” e le poesie di Giulia Nero.
Il tutto arricchito da performances musicali di alto spessore e da rappresentazioni di arte estemporanea. Il tutto nella meravigliosa cornice della Chiesa Monumentale del Ritiro.

Elsa

Nata da padre mesorachese e da madre originaria di Petronà, Angela Bubba frequenta il liceo classico Diodato Borrelli di Santa Severina e successivamente si iscrive all’Università “La Sapienza” di Roma, dove si laurea con lode presentando una tesi su Elsa Morante.
Grande scrittrice, autrice di alcuni dei maggiori romanzi del Novecento europeo, protagonista della nostra storia culturale, moglie di Alberto Moravia, amica di Pasolini: chi è stata davvero Elsa Morante? Per la prima volta a parlare è proprio lei, Elsa, nel cui nome si apre e si chiude il romanzo biografico di Angela Bubba. La vita di Elsa – dall’infanzia a Testaccio fino agli ultimi anni segnati dalla malattia – si snoda fra queste pagine nel segno della spada, quella che serve a ingaggiare tremende schermaglie con gli odiati-amati oggetti del desiderio: la madre, il primo e più infelice degli amori, la coppia di opposti Moravia-Visconti, l’amico nemico Pasolini… Ma soprattutto è la spada anarchica della fantasia che la scrittrice impugna saldamente mentre insegue senza sosta i propri personaggi, i quali sembrano a loro volta tenerla prigioniera in un gioco che fonde inestricabilmente vita e letteratura. Un ritratto profondo, accurato, vivido, scritto con uno stile originale e incalzante, di quella che appare ormai a molti la maggiore scrittrice italiana di ogni tempo.