Quantcast

L’equipaggio “A” della Uccialì Fishing Team (LNI Cirò Marina e Le Castella) vince la prima edizione del FISHING TIME 2020 foto

Manifestazione amatoriale organizzata dalla Sezione di Cirò Marina della Lega Navale Italiana, di pesca sportiva nella disciplina del “Canna da Natante ad Equipaggi”.

Le emozioni che solo il mare regala sono sorprendenti, e avere la possibilità di provarle, assaporarle e condividerle fianco a fianco con amici, provoca una sensazione inebriante, della quale si aveva proprio bisogno soprattutto dopo un lungo periodo di stop causato dal lock-down.

Questa è stata l’essenza della prima edizione del FISHING TIME 2020, la manifestazione amatoriale di pesca sportiva ad equipaggi, organizzata magistralmente dalla sezione di Cirò Marina della Lega Navale Italiana.

Nello spettacolare tratto di mare rientrante nel comune di Cirò Marina, insignito anche quest’anno della prestigiosissima Bandiera Blu, a bordo di ben 20 imbarcazioni da diporto, sessanta appassionati e soci delle sezioni della Lega Navale Italiana proprio di Cirò Marina, di Crotone e Le Castella di Isola C.R., nonché appartenenti ai club di pesca sportiva crotonesi quali la Uccialì F.T., la Giamà F.C., lo Yatching Kroton Club, FishermanStore, alle prime luci dell’alba e dopo le operazioni di accreditamento svoltesi nel rispetto delle misure Anti-covid,  si sono imbarcati sui loro natanti ad equipaggi da 3 e sono partiti alla volta del campo gara, con il supporto dei dinamici membri del nuovo direttivo della LNI ciròmarinese, insediatosi a febbraio, che hanno fatto gli onori di casa.

Capitananti dall’esplosivo neo-presidente e per l’occasione anche Direttore di Gara Pasquale MARTIRE, coadiuvato dal giudice di gara federale Luigi CAMPANARO, i concorrenti hanno proceduto ad effettuare le operazioni di ancoraggio alla distanza di sicurezza prevista, in trepidante attesa dell’inizio gara.

Pronti-via subito i ragazzi della Lega Navale di Cirò Marina, profondi conoscitori dei fondali e collocatisi all’esterno del gruppone, hanno assestato bei colpi a suon di sugarelli, rendendosi anche protagonisti di una cattura molto particolare, ossia di una piccola verdesca, subito opportunamente liberata e rilasciata in vita, con assegnazione di punteggio forfettario secondo il regolamento.

L’utilizzo delle striscioline di calamaro, infatti, inizialmente si è rivelata un’arma vincente per eseguire catture immediate e multiple, poi però l’hanno fatta da padrone le altre esche consentite ovvero i gamberetti e i vermi coreani, che hanno consentito di insidiare anche altre prede.

A farla da padrona sono state le boghe, giunte puntuali dopo circa un’ora dall’inizio della gara, che in dimensioni anche generose, hanno fatto la differenza nei vari carnieri. Non sono però mancati pagelli di taglia e pesci pettine (i famosissimi e buonissimi “surici”) che hanno contribuito a rendere davvero entusiasmante la pescata.

A vincere il trofeo della prima edizione del Fishing Time 2020 è stato l’equipaggio “A” della Uccialì Fishing Team, composto dal socio LNI di Cirò Marina Angelo MAZZACANE armatore della sua Ranieri Voyager con Vincenzo PESCATORE e Giuseppe FROIO soci LNI di Le Castella. I fortissimi ragazzi della UFT (ricordiamo che la compagnie è vice campione d’Italia 2019 nella specialità), partiti un po’ in sordina a causa della forte corrente, dopo la prima metà della gara, avendo regolato l’assetto con un ancoraggio doppio, a suon di coppiole di boghe “cicciottelle”, hanno letteralmente sbaragliato gli avversari, con un carniere fuori dal comune alla luce anche delle condizioni venutesi a creare, facendo letteralmente gara a se.

Secondi classificati a colpi di sauri, sono giunti ragazzi del team  “Fisherman Store One”, capitanato da LIÒ Nicola  (LNI Crotone) con MUNGO Francesco (LNI Le Castella) ed ALFI’ Gennaro (LNI Cirò Marina). La medaglia di bronzo invece è andata al Team GLASTRON composto dai soci LNI di Cirò Marina BASTA Giuseppe, D’ONOFRIO Felice e MONACO Luigi, che l’hanno spuntata sul fil di lana (per soli 100 grammi), sull’equipaggio ALESSIOMARPESCA composto da RUSSANO Salvatore, PUCCI Francesco e la spumeggiante PUCCI Carmen, autrice di una prestazione magistrale e quindi premiata come migliore atleta femminile.

Da segnalare inoltre la brillante prova del piccolo Cesare DIDDIO di soli 11 anni, che con il suo equipaggio, ha tenuto testa a pescatori ben più navigati, conquistando il premio del miglior pescatore under 18.

Dopo aver svolto tutte le operazioni di classificazione e registrazione del pescato, sempre all’aperto mantenendo il distanziamento sociale associato al costante uso di igienizzanti secondo il protocollo sportivo, ed aver fatto rientro in darsena, ammirando lo splendido scenario dalla prospettiva marina, offerto dalla costa di Cirò Marina, si è svolta la premiazione un po’ sui generis per via delle disposizioni di sicurezza, al termine della quale, i ragazzi della Lega Navale di Cirò Marina, hanno contribuito ai festeggiamenti, omaggiando i vincitori e tutti i partecipanti giunti da tutta la provincia, con il fantastico “Aperitivo del Pescatore”, ovvero pietanze con prodotti tipici in un clima di festa, nonostante le difficoltà logistiche legate alle disposizioni anti-covid, rigorosamente rispettate con porzioni singole e percorso obbligato con rispetto del distanziamento.

Non potevano poi mancare alcune riflessioni sul finale dei vari partecipanti fra cui è spiccata senza dubbio quella del presidente e padrone di casa Pasquale Martire: “Insediarsi alla presidenza della gloriosa sezione di Cirò Marina della LNI, in un periodo così funesto per le relazioni sociali, ha reso molto complicate le procedure di avvio della nuova stagione. Questo però non ci ha fermato e grazie a persone fantastiche facenti parte del nuovo direttivo, siamo riusciti a rimetterci in moto, partendo proprio con il Fishing Time, una manifestazione sportiva che con l’entusiasmo dei ragazzi della Uccialì F.T.,  ha ottenuto in termini di partecipazione, un risultato che è andato oltre le più rosee aspettative in questo periodo, e riuscendo a coinvolgere tesserati LNI da tutta la provincia. Ringraziando tutti indistintamente e in conclusione mi sia consentito dire che questa iniziativa sarà solo l’inizio di un progetto sportivo a più ampio spettro, che coinvolgerà tutti i soci ma in particolare i nostri giovani, non appena la situazione epidemiologica ce lo permetterà”.