Quantcast

Albo campione per l’undicesima volta

“Ringrazio tutti quelli che mi sono stati a fianco dalla mia famiglia a tutti i mie preparatori e insegnanti agli amici che mi seguono sempre”

Per l’undicesima volta Antonio Albo si è laureato campione italiano di Muay Thai. L’atleta crotonese ha trionfato nell’edizione 2020/2021, nel corso di una due giorni all’insegna dello spettacolo e dello sport. Due gli eventi che si sono svolti in concomitanza: i Campionati Italiani Assoluti e il galà del Fighting Spirit di Gianluca Colonnese, una delle più importanti manifestazioni di questa disciplina.
Antonio Albo, felice del successo ha ringraziato tutti dal suo profilo personale di Facebook:

Conquisto il mio 11esimo titolo Italiano. Ringrazio tutti quelli che mi sono stati a fianco dalla mia famiglia a tutti i mie preparatori e insegnanti agli amici che mi seguono sempre. Dopo 2 anni di fermo la lontananza dal ring si fa sentire ma abbiamo portato a casa lo stesso il risultato. Volevo dedicare questo titolo a un mio caro amico anzi fratello direi per tutto quello che ha passato nella sua vita e per la sfortuna che ha interrotto la sua carriera pugilistica, ma soprattutto per quello che L’ITALIA ha perso come talento nel pugilato, probabilmente sarebbe diventato il pugile italiano più forte di forte di tutti i tempi. Davidì questa medaglia è tua!

Il Comunicato stampa

Antonio Albo ha conquistato il suo 11′ titolo iridato. Nella finale contro Salvatore Signorino, l’atleta della Hanuman Gym ha prevalso ai punti, portando a casa il titolo per la categoria 57 kg. Una vittoria – l’ennesima considerando il palmares del campione calabrese (che può vantare anche un bronzo europeo 2010, un 4′ posto al mondiale 2012, un argento europeo 2012 e un 4′ posto al mondiale 2019). Il giovanissimo Giovanni Cusato dopo aver dominato i quarti di finale contro Fabrizio Lecca, ha perso di misura contro Pape Cherif Ba nella categoria 63,5 kg. Il risultato dei fighter crotonesi è impreziosito ancora di più in considerazione dei due anni di stop forzato per la pandemia covid, ma soprattutto perché viene conquistato nonostante siano stati privati della possibilità di allenarsi negli impianti sportivi della città di Crotone che una burocrazia miope, irresponsabile e fallimentare ha in tutti i modi affossato definitivamente. Anche per questo motivo un ringraziamento particolare lo rivolgiamo a Salvatore Blaconà che ha messo a disposizione la sua palestra offrendo una casa dove allenarsi agli atleti dell’Hanuman Gym, agli atleti della MilonRunners che hanno accompagnato i fighter durante gli allenamenti e al tecnico, già pugile professionista, Michele Covelli che è ha sapientemente curato la preparazione degli atleti crotonesi dispensando consigli dall’angolo anche durante gli incontri. Oggi il titolo italiano di Muay Thai ritorna nella città di Milone grazie al fighter Antonio Albo.