Quantcast

Il Crotone travolge lo Spezia

4 a 2 nel match di esordio per i ragazzi di Lomonaco

Inizia nel miglior dei modi il campionato Primavera 2 degli squaletti che rifilano un poker allo Spezia in casa e lo fanno meritatamente, dimostrando di essere una squadra unita e che sta bene in campo. Il match odierno è iniziato subito in salita con il gol di Pietra dopo soli 8 minuti di gioco, a segno dopo un’azione confusa in area. I rossoblù comunque si sono riorganizzati e al 25’ hanno trovato la via del pari con De Paola che, nel tentativo di servire Maesano beffa il portiere ospite con un tiro-cross. Passano 9 minuti e gli squaletti si portano in avanti col punteggio grazie a Rojas che raccoglie palla al limite dell’area e con un gran tiro batte Dido. Ma non è finita qui: a 5 minuti dal termine D’Andrea viene atterrato in area di rigore e l’arbitro concede la massima punizione, sul dischetto va Gozzo che batte il numero uno ligure e fa andare al riposo i suoi sul 3-1 dopo aver sbagliato un rigore in movimento proprio sul gong. Nella ripresa gli ospiti cercano di accorciare le distanze con Zuppel su rigore (56’), penalty concesso per fallo di Spezzano su Afi, ma Pasqua è super e neutralizza il tiro. Il gol dei bianconeri però arriva al 73’ quando Delorie lancia Ngbesso che supera Pasqua e insacca alle sue spalle. I pitagorici vogliono portare i tre punti a casa e cercano di mettere il risultato al sicuro: prima Pietra salva una conclusione di Frustaglia sulla linea e poi è lo stesso Frustaglia all’84’ a chiudere definitivamente il match approfittando di una respinta debole di Dido su angolo di Rojas. Le emozioni non finiscono qui ed infatti, all’ultimo secondo, è Ivani a salvare sulla linea un tocco docile sotto la porta di Chiarella. Su quest’emozione cala il sipario sull’incontro con i giovani rossoblù che sono stati protagonisti di un ottimo inizio di campionato.

Abbiamo patito un po’ l’impatto con il match: con questi giocatori si sono disputate solamente poche amichevoli e cinque/ sei titolari li ho visti negli ultimi giorni. Dopodiché abbiamo preso le misure e piano piano è venuta fuori la qualità, con un 1-3 impressionante. Certamente mi sono arrabbiato per le azioni sciupate, visto che potevamo chiudere la partita e poi è normale che se non la chiudi si può riaprire come accaduto. Sabato c’è la Lazio, è una squadra forte e fisica e noi ci prepareremo al meglio per affrontare questo match, dando tutto negli allenamenti perché solo cosi si può crescere.

CROTONE: Pasqua; Amansour, Spezzano (15’st Brescia), Tutyskinas, De Paola; D’Andrea, Makic, Timmoneri; Gozzo (18’st Frustaglia), Maesano (18’st Chiarella), Rojas (40’st Cantisani). A disp.: Lucano, Ferrucci, Moschella, Filosa, Rossi, Perrelli, Giancotti, Prato. All. Lomonaco
SPEZIA: Dido, Scieuzo, Salerno, Gabelli (7’st Giorgeschi), Mariotti (23’st Ivani); Afi (28’st Daniello), Pedicillo (23’st Delorie), Pietra; Zuppel, Leoncini, Ngbesso. A disp.: Ratti, Serpe, Stryrmisson, Scremin, Mulattieri, Torri, Biasci, Buonaccorsi. All. Tanrivermis
ARBITRO: Gemelli di Messina
RETI: 8′ pt Pietra (S), 25′ pt De Paola (C), 34′ pt Rojas (C), 40′ pt Gozzo su rigore (C), 28′ st Ngbesso (S), 39′ st Frustaglia (C).
AMMONITI: Scieuzo (S), Gabelli (S), Pietra ( S), Tanrivermis (all. Spezia)
ESPULSI: 31’st Giorgeschi (S) per fallo da ultimo uomo, 47’st Frustaglia (C) per doppia ammonizione
NOTE: 11’st Pasqua (C) para rigore a Zuppel (S)