Quantcast

Lo squalo è tornato ad azzannare se stesso!

Bruttissima sconfitta in Piemonte con un primo tempo recuperato solo nel gioco ma disgraziatamente segnato dall'erroraccio di Nedelcerau. Secondo tempo inguardabile!

Più informazioni su

Procolo Guida
Alessandria-Crotone è la prima partita, ed inedita in assoluto, della nona giornata di Serie B. I padroni di casa provengono dal ko, pesante perché scontro diretto, subito a Como domenica scorsa. I grigi speravano in qualcosa in più, ma sono rimasti fermi al palo. Il Crotone, invece, ha finalmente sbloccato il suo campionato centrando la prima vittoria stagionale: e che vittoria visto che è avvenuta al cospetto della capolista Pisa per 2-1. Mister Longo, che ha un favorevole precedente personale contro Mister Modesto (lo scorso marzo contro la Pro Vercelli), è senza Sini e Celesia e decide di cambiarne 6 rispetto alla scorsa: avanti schiera Orlando, Corazza e Kolaj non Marconi e Palombi, con Lunetta sull’out con Casarini a dirigere il traffico. Dal canto suo Modesto, per questa trasferta che deve portare conferme, non può fare affidamento sull’infortunato Benali, fermo ai box come Estevez. Come partner d’attacco di Mulattieri risceglie Maric che nell’ultimo match ha fatto molto bene, e ritrova Canestrelli in difesa al rientro dalla squalifica (gli fa posto Mondonico) ed inserendo Donsah, chiamato a sostituire Estevez (così come in corsa col Pisa), e confermando gli altri che avevano iniziato contro il Pisa, compreso il recuperato Contini.

Subito gran forcing dei padroni di casa che si riveersano in attacco con due angoli consecutivi ed un penalty trovato per una ingenua manina sulla schiena di Mantovani bravo soprattutto a cadere: Contini si conferma come col Pisa e para il rigore a Corazza; pericolo sventato ma pressione dei piemontesi che si conferma fino ad almeno il 15′ con 7 angoli all’attivo. Grazie a qualche sgomitata di Maric e Mulattieri il Crotone cerca di uscire dal guscio e soprattutto a cercare di non far convincere i ragazzi di Longo che non è tutto facile. Al 23′ Maric batte anche bene una punizione dal limite che Pisseri manda in angolo. Al 28′ è Cuomo a scheggiare la traversa su un bello schema da angolo con Molina che aveva messo in mezzo. Contini al 29′ è miracoloso su Kolaj su altro schema da angolo opposto. Il Crotone sembra voler comunque terminare il tempo in attacco e ci riescirebbe pure bene con un miracolo di Pisseri su Mogos ed una rovesciata di Mulattieri che esce di poco; ma purtroppo arriva la topica di Nedelcearu che serve Orlando in piena area, l’ala appoggia a Kolaj che deve fare, praticamente, la cosa più semplice: metter la palla in rete prima che Contini possa compiere l’ennesimo miracolo. Peccato arriva anche un giallo a Zanellato e mister Modesto deve preparare una ripresa d’assalto quando avrebbe potuto e voluto prepararla diversamente.

Modesto inserisce subito Kargbo per Borello e prende due occasioni contro per altre imbucate e distrazioni, poi quando il Crotone sembra potersi riprendere, Longo inserisce Palazzi per Ba e poi Beghetto e Mustacchio per Lunetta e Pierozzi ridando gamba ai suoi. Solo al 66′ entra Vulic per Donsah e comunque non si riesce a dare una marcia diversa ala gara che diventa quasi scialba, almeno fino al 75′. Arriva anche un calcio di punizione interessante ma non succede nulla nemmeno là. Longo fa dunque entrare gli ultimi due nel terzo slot: entrano Arrighini e Marconi per Corazza e Kolaj. Ecco ad oltre l’80’ il Crotone potrebbe ancora tre cambi in un solo slot; ma forse anche questo è lo stereotipo di questa gara e di questo campionato fino ad ora: vorrei ma non posso! Arriva anche l’espulsione per Kargbo per un fallo di reazione stupido e a gara si ammucchia del tutto sul risultato importantissimo per i padroni di casa che sembrano non voler nemmeno ripartire. Sei minuti di recupero dove entra anche Oddei per Molina al 93′ ma la gara termina con un secondo tempo oggettivamente orribile!

ALESSANDRIA    1   (Kolaj al 46′ del p.t.)
CROTONE             0
ALESSANDRIA (3-4-3): Pisseri; Parodi, Di Gennaro (amm. al 34′), Mantovani; Ba (dal 54′ Palazzi), Pierozzi (amm. al 40′ dal 59′ Beghetto), Casarini, Lunetta (dal 59′ Mustacchio); Orlando, Corazza, Kolaj.
All. Longo
CROTONE (3-4-1-2): Contini; Nedelcearu, Canestrelli, Cuomo (amm. al 34′); Mogos, Donsah (da 66′ Vulic), Zanellato (amm. al 48′ p.t.), Molina (dal 93′ Oddei); Borello (Kargbo dal 46′ espulso all’84’); Maric, Mulattieri.
All. Modesto
Ha diretto la gara il Sig. Santoro

Più informazioni su