Quantcast

Tante le novità in casa Isola Capo Rizzuto

"Salvare il titolo sportivo da un fallimento e lavorare per costruire una società solida".

Più informazioni su

Pochi mesi di attività calcistica – societaria e già tante novità in casa Isola Capo Rizzuto. Novità che fanno ben sperare per il proseguo di questa stagione calcistica ma che pone le basi per una programmazione duratura e senza più sofferenze come, invece, sta succedendo da qualche anno a questa parte. Il gruppo dirigente, nato da una proficua collaborazione tra soci della Polisportiva Juventus club ASD e Milan Club, pur iniziando la stagione in gravissimo ritardo si è posto due obiettivi, entrambi raggiunti in tempi record e con tantissimi sacrifici: salvare il titolo sportivo da un fallimento e lavorare per costruire una società solida. Tutti e due raggiunti, infatti, la squadra è stata iscritta al campionato e lotta per mantenere la categoria dell’Eccellenza; dall’altra parte oltre a recuperare credibilità ha posto le basi per l’ingresso o, comunque, la partecipazione di soggetti che puntano a sostenere, almeno per tutta la stagione in corso, il percorso tracciato dal direttivo in questi mesi.
Alla luce di queste importanti novità, il direttivo tutto, con grande spirito di apertura e di responsabilità, ha ritenuto opportuno rassegnare le dimissioni in data 01/12/2021 ed individuare una “figura-transitoria” che garantisse continuità amministrativa-calcistica, fino alla definizione della nuova compagine societaria che si spera raggiunga obiettivi importanti nel breve, medio e lungo termine.

“Da parte nostra c’è la consapevolezza di aver dato il massimo – hanno affermato i dirigenti uscenti – abbiamo preso in gestione una società a pochi giorni dall’inizio del campionato e con tanti sacrifici soprattutto personali, abbiamo evitato il fallimento della storica squadra di calcio cittadina, la terza matricola calcistica più longeva in Calabria. Successivamente abbiamo provato a costruire una squadra per poter mantenere la categoria, abbiamo lavorato anche di notte per cercare gli uomini giusti e siamo sulla buona strada. Lasciamo con la speranza e la consapevolezza che questa società andrà a crescere. Ci auguriamo che chiunque ci seguirà avrà a cuore un patrimonio sociale ed aggregativo di straordinaria importanza per una città di quasi 19.000 abitanti”.

“Poniamo solo un vincolo alla nuova compagine societaria – hanno concluso i dirigenti uscenti – quello che il titolo sportivo non dovrà lasciare il territorio per i prossimi 50 anni: è un titolo costruito con sacrifici, storie umane e personali, sofferenze, gioie e momenti emozionanti, pertanto non concederemo a nessuno di cancellarle. Non ci resta altro che augurare buon lavoro ai soci che verranno, noi saremo ogni domenica sugli spalti a tifare i colori giallorossi della nostra città. Forza Isola. Da dirigenti uscenti vogliamo ringraziare l’Amministrazione Comunale di Isola di Capo Rizzuto nella persona del sindaco, avv. Maria Grazia Vittimberga e gli assessori allo Sport che si sono succeduti (Friio e Muto), la Polisportiva Juventus club ASD, ASD Judo Calabro Loprete e Milan Club “Tonino Rizzo” – Capo Rizzuto, l’F.C. Crotone Calcio, gli sponsor, tutti i ristoranti che ci ospitano nelle domeniche in cui giochiamo in casa, e tutti i sostenitori che hanno creduto in noi”.

Più informazioni su