Quantcast

Modesto: “Partite normali da qui alla fine non ce ne saranno mai”

Il tecnico degli squali ha presentato la gara del Granillo: “Sappiamo contro chi giochiamo è cosa ci serve”

Ancora poche ore ed al Granillo, andrà di scena il derby tra Reggina e Crotone. Oggi al termine dell’allenamento, Modesto ha presentato alla stampa quella che è la condizione in cui i rossoblù arrivano a questa delicatissima sfida.

 Durante la settimana i ragazzi hanno continuato ad allenarsi come nelle ultime settimane, mettendo la giusta attenzione. La partita è stata preparata bene. Ma i risultati del lavoro si potranno vedere solo in campo. Partite normali da qui alla fine non ce ne saranno mai, bisognerà trovare sempre il modo giusto di interpretare le gare.

Un passo indietro ha poi voluto fare il tecnico, tornando alla gara dello Scida contro il Cittadella, bloccato eccellentemente dal gioco degli squali. Unico neo, la “stoccata vincente” per portare a casa i tre punti, che è mancata ai rossoblù. Sabato cambierà il contesto e cambieranno gli avversari, ma Modesto sa bene quale è lo spirito che servirà per continuare a dare continuità ai risultati già acquisiti.

Sappiamo contro chi giochiamo è cosa ci serve. Giochiamo un derby e oggi noi siamo più in difficolta rispetto alla Regina. Ogni squadra ha lo stimo a vincere tutte le partite, che sia prima o ultima.

Ancora out Canestrelli per un risentimento, dopo l’infortunio di Parma. Adekanye sarà ancora fuori per un’altra settimana e Giannotti ha riportato un problema al polpaccio (convocati).

Il Passato

Il tecnico ha poi parlato del suo passato in Amaranto:
I miei sentimenti non posso negarli perché, da calciatore ho passato periodi bellissimi in quello stadio. La famosa annata del -15 tutti la ricordano. Inoltre sono cittadino onorario di Reggio Calabria. È bello ritornarci, ma ci torno da allenatore del Crotone che è la mia squadra, la città dove vivo; è questo poi l’importante. Le cose si separano quando inizia la partita”.