Quantcast

Quando si può solo dire: aiaramiseria!

Nuovo modulo e zero goal subiti fino all'84': gara senza troppe emozioni nel primo tempo ma fino a quasi al termine è sempre stato il Crotone, ad essere stato pericoloso! Sarebbe così legittimo il goal partita al 54' di Kone, ma i 6 minuti finali sono incredibili, come tutta la stagione!

Più informazioni su

Procolo Guida

Dopo il derby (più scuro ma comunque con un po di chiaro) e la voglia di fiducia del Presidente Vrenna, mister Modesto (60 presenze e 3 gol con il Picchio da Gennaio 2004 alla primavera 2005) riparte da uno dei suoi luoghi cari. Modulo ed interpreti diversi, le parole del Presidente hanno avuto un peso. Probabile il modulo 4-3-2-1 con Festa(?) tra i pali e la retroguardia composta da Calapai, Golemic, Cuomo (al rientro dalla squaifica) e Sala che speriamo non debba più rincorrere alcuno… Il centravanti sarà certamente Maric, coadiuvato non si sa come da Kargbo e Marras. L’Ascoli affronta il Crotone, insomma, reduce dalla sconfitta per 2-0 a Brescia, i rossoblù invece reduci da se stessi, tutti.

I centrocampo molto folti non danno una dimensione ampia se sia, per Modesto, 4321 o 4231 e crediamo francamente non cambi nulla, se non che in fase difensiva è certamente 4411; il Crotone non parte male, anzi; al 5′ è proprio la squadra ospite ad avere la prima chance con Maric che non aggancia una ottima intuizione di Marras. Al 10′ non arriva invece Saric per un soffio all’imbeccata di Eramo a sancire un “inizio” di predominio casalingo, almeno di palleggio. E dopo che Kargbo riesce a divorarsi in scivolata una occasionissima creata da Calapai, inizia un’altra gara: il Crotone sia in fase difensiva che di attacco, non si scompone cercando e trovando concentrazione, così fino al 30′ (quando Festa ferma bene Baschirotto); sono Kargbo e Golemic da angolo, ad avere (e sprecare) buone occasioni. E se è vero che l’Ascoli ha la difficoltà cronica di fare gioco, piuttosto che andare di rimessa, il Crotone finisce con un clean sheet un buon primo tempo, senza infamia e senza lode.

Si riparte con gli stessi 22 e con un Ascoli che sembra, e sembra solo, più voglioso. Anche perchè pericoloso è solo il Crotone sia con Sala al 52′,  e prima che Kone porti in vantaggio gli ospiti: il mancino ci riprova dal limite e questa volta trova il varco alla destra di Leali che non può arrivarci! Sottil mette Bidauoi e Maistro per Saric e Ricci ma è di nuovo il Crotone ad avere la palla buona, questa volta per chiuderla, Maric però perde l’attimo, soprattutto nel servire Marras, e Leali ne gode. Entrano anche Mogos, al primo cambio KR, e Pellegrini per uno stremato Dionisi. Solo al 69′ c’è una possibilità per l’Ascoli: prima Pellegrini e poi Bidaoui di testa sono meno “rumorosi” del pubblico che sperava in un sussulto. Estevez si prende il quasi solito giallo (e sarà squalificato) ma è sempre il Crotone a tenere palla lontanissima da Festa, sapendo guadagnare anche angoli preziosi. Questa volta non si deve nemmeno dire più di tanto sui cambi ritardati di Modesto, perchè il Crotone è pienamente in tenuta atletica. Infatti è Sottil che fa i suoi ultimi due al 73′: entrano Falasco ed Iliev per Eramo e D’Orazio per terminare a trazione anteriore. Anche Kone prende giallo ma la tenuta è buonissima. Maric fa a sportellate e Marras spreca: entrano infatti Borello e Giannotti proprio per Marras e Kargbo. Gli ultimi 6 sembrerebbero poter andare… …come tutta la stagione: senza alcun senso o pressione, all’84’ Falasco trova una rasoiata da fuori e pareggia; ed oltre il 90′, Baroni è chiamato al var e decreta rigore per il tocco di Kone su Maistro; si calcia dagli 11 metri, Festa respinge pure di piede, ma l’attaccante ribadisce in rete. E’ addirittura sconfitta! Senza parole e più energie almeno mentali, entra Mulattieri per Awua (e nonostante Borello e Giannotti ci provino alche al 97′), è davvero stagione proprio no! Cosa dire se non AIARAMISERIA!

ASCOLI        2 (Falasco all’84’ e Maistro al 91′)

CROTONE   1  (Kone al 54′)

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Botteghin (amm. al 15′), Bellusci, D’Orazio (dal 73′ Falasco); Eramo (dal 73′ Iliev), Collocolo, Saric (amm. al 40′ dal 59′ Maistro); Ricci (dal 59′ Bidaoui); Tsadjout, Dionisi (dal 64′ Pellegrini)

Allenatore: Sottil

CROTONE (4-3-2-1): Festa; Calapai (dal 64′ Mogos), Golemic, Cuomo, Sala (amm. al 44′); Kone, Estevez (amm. al 70′), Awua (dal 92′ Mulattieri); Kargbo (dall’82’ Giannotti), Marras (dall’82’ Borello); Maric

Allenatore: Modesto

Ha diretto la gara il Sig. Baroni

Più informazioni su