Quantcast

E Benali rispose sul campo! Al Crotone condanna per aver commesso il delitto!

Già la gara finisce nel primo tempo: tre a zero con l'anglo-libico protagonista in tutte e tre le segnature... Col secondo finisce la presenza sterile di Mogos che con una fiammata di Cuomo sembra rimettere in gioco tutto ...ma è troppo tardi!

Procolo Guida

Nella vita privata e nella sfera professionale sono stato abituato a camminare a braccetto con due emozioni: il brivido dolce della vittoria e la sofferenza delle delusioni. E ho capito che con l’impegno, la dedizione e il lavoro è più facile far vincere le sensazioni positive e raggiungere traguardi e successi importanti. Oggi, con la mia squadra, ho il dovere di sforzarmi ancora di più per inseguire nuove vittorie e nuove emozioni positive“. E’ un Luca D’Angelo a cuore aperto quello che presenta la sfida all’Arena Garibaldi tra il suo Pisa ed i Crotone che invece ha di fronte una squadra ed un tecnico in tutt’altre condizioni di classifica, atletiche e morali. E le dichiarazioni di mister Modesto non può e nemmeno vuole nasconderle: “Noi dobbiamo crederci sempre, ci sono 12 gare, sulle responsabilità, io ho le mie da allenatore ma vanno suddivise con calciatori e dirigenza”. D’Angelo non può contare su Di Quinzio e Sibilli, ritrova Caracciolo, così come gioca dal primo minuto l’ex, epurato, Ahmad Benali schierato sulla trequarti a supporto di Torregrossa e Puscas. Modesto ripropone i 4 dietro e, costretto dalla squalifica di Estevez, schiera al suo posto Schirò, gli altri tutti uguali La sfida è diretta da Francesco Cosso di Reggio Calabria alla terza gara con il Pisa (una vittoria ed una sconfitta i precedenti) mentre è alla prima con i corregionali. Il Pisa non vince in casa dall’11 dicembre (1-0 con il Lecce), il Crotone non ha mai vinto in trasferta in questa stagione: speriamo di vedere una bella gara…

Al secondo minuto è Birindelli a rischiare di segnare la partita, appoggia corto di testa verso Nicolas ma Maric non trova il tempo di approfittarne. Anche al 6′ c’è una buona occasione ospite con Calapai che mette in mezzo ma i suoi non aggrediscono a dovere l’area. Solo al 9′ si vede avanti il Pisa con un cross dalla sinistra che sta giocando con una certa consapevolezza… Si arriva così al 20′ con una gara abbastanza noiosa che attende il gesto del singolo. Anche se in ripartenza è di nuovo il Crotone pericoloso e colpevolmente sterile: ripartenza Kone perfetto per Marras che non ha il coraggio di calciare a rete cion il piede sbagliato e poi… …la solita pala non agganciata al centro. Nemmeno un minuto ed arriva la genialata Benali per Puscas che accarezza con la suola di fronte a festa e fa uno a zero. Qualità avanti! Il Crotone prova a reagire ma il Pisa è rinfrancato e rischia anche il raddoppio al 30′ con Puscas che spara alto. Ci riprova il Crotone con volontà ed anche una certa lucidità ma scarsamente pericoloso. Ma al 37′ arriva l’altra invenzione di Benali: scambia con Torregrossa e deposita sotto le gambe di Festa; due a zero severo, ma legittimo! Non si arrende comunque la squadra di Modesto, ci prova… Ma Torregrossa, l’altro ex, segna al 45′ dopo una uscita per lo meno incerta di Festa, con l’anglo libico che comunque l’aveva allargata a Beruatto, di nuovo lui. Ora si fa tragica!

Entrano Hermannsson per Caracciolo e Mulattieri per Schirò. Ma è sempre Benali a fare cacio e prendere pure falli. Al 50′ infatti da una punizione guadagnata da lui c’è un flipper che non fa arrivare il poker. Entrano Mogos, Schnegg e Nedelcerau, per Calapai, Marras e Sala. Si rimette a 3 dopo una gara e mezza Modesto: ora è 3 4 1 2. Ed al 60′ Mogos accorcia su punizione con un esterno fulmineo da otre 25 metri, Nicolas battuto. Entrano Nagy e Lucca per Mastinu e Torregrossa. In mischia arriva anche il colpo da attaccante di Cuomo con una bellissima girata che fulmina tutti non solo Nicolas. Esce Benali ed entra Gucher, il Crotone cerca di metterci il cuore, ma il Pisa controlla non disdegnando il contrattacco e la qualità, di differenza, è sempre netta; soprattutto quando attacca il Crotone. Entra Tourè per Siega a segnare anche la differenza di cambi a disposizione. Si arriva così all’85’ con la gara aperta e già questa sarebbe una notizia con Schnegg che ha mostrato almeno il perchè del suo ingaggio. Al 90′ si arriva dunque con vibranti ribaltamenti di fronte, più ficcanti per il Pisa anche se meno frequenti, più sterili quelli degli ospiti anche se con frequenza. Lucca sgomita e prende falli ed i 4 di recupero non danno più alcuna emozione. Il Pisa vince ed il Crotone si lecca ferite e scelte pesanti, anche sui due mercati!

PISA                3  (Puscas al 23′, Benali al 37′, Torregrossa al 45′)

CROTONE     2  (Mogos al 60′, Cuomo al 69′)

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Birindelli, Caracciolo (Hermannsson dal 46′), Leverbe, Beruatto; Mastinu (dal 66′ Nagy), Siega (amm. al 55′ dal 79′ Tourè), Marin; Benali (dal 73′ Gucher); Puscas (amm. al 30′), Torregrossa (dal 66′ Lucca).

All. D’Angelo

Crotone (4-3-2-1): Festa; Calapai (dal 52′ Mogos), Cuomo, Golemic (amm. al 56′), Sala (dal 52′ Nedelcerau amm. al 93′); Schirò (dal 46′ Mulattieri), Awua, Konè (amm. al 23′); Kargbo, Marras (dal 52′ Schnegg), Maric.

All. Modesto

Ha diretto la gara il Sig. Cosso