Quantcast

Le Sirene non si fermano più. Battuta anche la Pallavolo Pozzuoli

Seconda vittoria consecutiva per le Sirene, che mantengono il +6 sulla zona rossa della classifica.

Lo Sport in Rossoblu esaltato dall’ennesima prestazione tutto cuore e grinta delle sirene della Poseidon pallavolo femminile Crotone che confermano il loro stato di grazie e rimandano a casa con un 3/1 il Pozzuoli, che perde così la terza  piazza della classifica di Serie B2 nazionale. Incontro iniziava con esposizione di uno striscione da parte delle squadre per affermare il “NO alla GUERRA” accompagnato da un caloroso applauso del pubblico.

Il Crotone parte con il suo sestetto ormai collaudato, il Pozzuoli risponde alla grande con un set ottimo dove non regala nessun errore all’avversaria e una grande battuta che viene premiata da 4 ace.  La formazione ospite intuisce ed anticipa le azioni delle ragazze di casa che hanno un gioco prevedibile bloccato al meglio dal muro delle campane, che guadagnano la vittoria del primo set con il punteggio di 25-19. Al cambio campo Mister Asteriti decide di rilevare la palleggiatrice Sabadin ed affida la regia all’esperienza di Capitan Pioli che entra subito in gara calandosi nei panni di trascinatrice morale della squadra. La formazione di casa trova un gioco spumeggiante che infiamma il pubblico, sempre presente sugli spalti, che diventa foriero di punti, trovando la risposta delle ospiti grazie alla realizzazione del loro leader Gianfico, che segnerà 16 punti alla fine, ma porterà al pareggio dei set vincendo 25/19.
1-1 palla al centro, entrambe le squadre confermano i sestetti, la ricezione del Crotone diventa una sicurezza grazie soprattutto a Cesario 75% positiva che permette di giocare con continuità ed efficacia ai due centrali Kus (10 punti) e Greco (9 punti). Ancora una volta a spaccare il set sono le battute che portano diversi ace nel carniere del Crotone e un conseguente entusiasmo mentre sul campo il Pozzuoli perde lucidità e perde il set con il punteggio di 25/18.
Sul 2/1 l’entusiasmo delle Sirene fa volare la squadra fino al punteggio di 16/10, che fa credere alla formazione di casa di aver chiusa la partita e quindi abbassare l’attenzione, provocando la reazione d’orgoglio con le giocate di Stanzione (12 punti) e Panacea (10 punti) che porta al pareggio 21-21.
Entrambe le formazioni non vogliono lasciare all’avversaria il set, mettendo in scena la fase più spettacolare ed emozionante dell’incontro. Sul 23/22 Capponi (top scorer 17 punti) mette a terrà quello che vale la prima palla match ma il Pozzuoli annulla e si porta in vantaggio 25/24 provando a chiudere il set ma la difesa di Derose (mvp) e Cesario 10 punti che salvano una palla che stava andando in tribuna riporta tutto in parità 27/27. Nessuna formazione sembra riuscire a chiudere il set, fino a quando sul 30-29 per il Crotone al termine dell’azione più lunga della partita l’attaccante del Pozzuoli schiaccia una palla che finisce di molto fuori chiudendo il match con 31/29 con l’invasione di campo di tutta la squadra e la festa dell’intero pubblico per una vittoria incredibile soprattutto per l’ultimo set.

Mister Asteriti: faccio i complimenti alle ragazze Perché se sabato scorso sono state bravissime oggi sono state eroiche, più di due ore di gioco e ancora avevano la rabbia di voler vincere questa partita. I numeri dicono che siamo in netta crescita e lo dimostrano le 5 vittorie nelle ultime 6 gare.

Chiara Capponi: Dopo un girone d’andata critico, grazie alla guida di Mister Asteriti, abbiamo preso sicurezza nelle nostre potenzialità, che stanno dimostrando sul campo con i nostri risultati. Ora dobbiamo continuare a impegnarci per raggiungere i nostri risultati, sicuri che possiamo toglierci ancora molte soddisfazioni