Quantcast

Nemmeno un autogoal raddrizza il verso del Crotone: Benevento 3 goal e 3 punti!

Accade tutto nel primo tempo, con un recupero esagerato e letale!

Procolo Guida

La situazione legata all’emergente Covid in casa Benevento è in via di risoluzione, molti dei dieci calciatori positivi della scorsa settimana si sono negativizzati, e sono quindi a disposizione di mister Fabio Caserta. Si gioca grazie ai test molecolari di ieri ed oggi, che permettono al Benevento, che non ha giocato nel weekend scorso, dopo aver chiesto e ottenuto il rinvio della sfida sul campo del Cosenza, di riprendere dopo l’ultimo match giocato in casa e pareggiato 1-1, maturato nel turno infrasettimanale del 1° marzo contro la Cremonese (reti di Improta e Baez); oggi, giocoforza covid, ridebutta Lapadula dal 1° minuto con la curiosità di verificare chi è o era forzato; ma a leggere la formazione c’era da sperare, a Crotone, di aver potuto fare la serie A con la metà di questi… Attualmente la formazione sannita di Fabio Caserta si trova comunque a quota 47 punti, a meno quattro dal Brescia secondo. Dal miserrimo canto suo, il Crotone non è riuscito nell’intento di ritrovare una vittoria che sarebbe stata importantissima, dovendo accontentarsi solo di un pareggio contro l’Alessandria. La sfida dello Scida ha detto che con il pari è solo la matematica a tenere assieme qualche briciolo di speranza anche dei play out; si ritorna a tre con Maric riportato sulla trequarti con Marras (e Mulattieri di punta) e Schnegg e Canestrelli nuovamente titolari.

Partita subito dura, Schnegg dopo appena 6 minuti riceve il primo cartellino giallo della gara. Al 10′ è Maric che con un colpo di testa da centro area prova a rendersi pericoloso ma il tentativo finisce completamente fuori bersaglio sulla destra. Dopo 9′ ci prova Moncini anche lui di testa. Il giocatore giallorosso pero al 25′ sblocca la gara con un tiro di destro da fuori area che si infila nell’angolino in basso a destra. Il vantaggio dura però appena due minuti, perché l’autorete di Vogliacco riporta la gara in equilibrio. Si continua così su ritmi non altissimi. Al 28′ è Marras a farsi ammonire, mentre il minuto successivo il direttore di gara mostra il primo giallo al Benevento (Gyamfi). Al 41′ si fanno avanti gli squali con Mulattieri, ma il destro è parato dell’estremo difensore avversario. Lungo il recupero poi concesso da Giua (4 minuti). Ed è proprio oltre l’ultimo minuto di extra time che le streghe si riportano avanti ancora una volta con Moncini che, sfrutta una punizione, colpendo la sfera a centro area superando Festa e “segnando” ancora una volta una stagione davvero disgraziata per il Crotone, anche con gli arbitri… vediamo che succede nella ripresa.

Caserta fa entrare subito Tello per Gyamfi ammonito. Fino al 60′ la gara diventa aperta anche per la nuova disposizione ancora più offensiva del Benevento, così Caserta fa entrare Forte per Farias e Modesto risponde con Kone e Kargbo per Estevez e Canestrelli passando a 4 dietro. La gara è sempre nella disponibilità degli uomini di Caserta, a posto anche dal punto di vista fisico, almeno al cospetto di questo Crotone. Entrano anche Adekanye e Sala per Marras e Schnegg. Si arriva così a 5 minuti dal termine con la gara ancora semiaperta; ma Caserta sfrutta i cambi inserendo l’ennesimo ex (Petriccione) per portarsi a casa i tre punti essenziali come la scarsa energia spesa. Nulla di nuovo per i rossoblu che si beccano pure il terzo goal su rigore per Golemic che atterra Forte che, a sua volta, realizza il penalty. Gioco (da ragazzi), partita (con stagione finita) ed inconro (al futuro)!

BENEVENTO            3   (25′ e 49′ Moncini e Forte al 92′)

CROTONE                 1    (27′ Aut. Vogliacco)

BENEVENTO (4-3-3): Paleari; Gyamfi (amm. al 39′ dal 46′ Tello amm. al 72′), Glik, Vogliacco, Foulon; Ionita, Improta (amm. all’87’), Acampora; Moncini (dal 68′ Elia), Lapadula (dall’87’ Petriccione), Farias (dal 60′ Forte).

All. Fabio Caserta.

CROTONE (3-4-2-1): Festa; Nedelceauru, Golemic, Canestrelli (amm. al 47′ p.t. dal 61′ Kargbo); Calapai, Estevez (dal 61′ Kone), Awua, Schnegg (dal 73′ Sala); Maric, Marras (amm. al 38′ dal 73′ Adekanye amm. all’83’); Mulattieri.

All. Francesco Modesto.

Ha diretto la gara il Sig. Giua