Quantcast

La Rari Nates L. Auditore spazza via l’Ossidiana 11 – 6

Continua la corsa al vertice per i ragazzi di Arcuri che non sbagliano e battono l’ultima della classe.

Non era certo tra le compagini più difficili da affrontare in questo momento per la Rari Nates L. Auditore. L’Ossidiana occupa l’ultima piazza della classifica ed alla vigilia non era sicuramente tra gli avversari più temibili in questo Girone 4 di Serie B. L’11-6 finale, mette in evidenza l’enorme dislivello tra la squadra di mister Arcuri e quella di mister Germanà. I pitagorici, hanno saputo gestire bene le forze, capendo quando era il momento di accelerare, segno questo di un’intelligenza di una squadra che punta decisamente all’obbiettivo “promozione”.

È stata una gara combattuta soprattutto nei primi due tempi – ha dichiarato Simone Sibilla a fine gara – adesso ci dovremmo allenare duramente per affrontare la sfida di sabato contro l’Acese.

La Gara

Il primo quarto rispecchia subito i valori in vasca. Con il punteggio che poteva essere molto più ampio, viste le occasioni avute dai “padroni di casa”, la Rari Nantes va a riposo con un giusto 4 a 1. Vista, anche, l’ottima frazione giocata dalla squadra di Messina. Gli ospiti però non riescono a a concretizzare ulteriormente e nel secondo quarto vanno sotto 7 – 2, evidenziando il motivo del divario in classifica.  Nel terzo quarto, i pitagorici si limitano a controllare; due soli gol segnati, uno per parte, sono il risultato di una frazione di gioco in cui la Rari Nantes ha cercato di incanalare il match verso la conclusione, senza spendere troppe energie. L’Ossidiana prova, però, in apertura di 4° quarto, a dare una scossa alla gara, portandosi con un tiro di rigore sull’8 a 4, ma la reazione dei “padroni di casa” arriva immediatamente con un gol, che riporta a cinque lunghezze il distacco tra le due compagini. Spente dunque le velleità avversarie, i ragazzi di Arcuri rompono definitivamente gli indugi e sfruttando una superiorità numerica, trovano il decimo gol. L’11 a 4 arriva poi con la trasformazione di un rigore. Nel finale, le due marcature degli ospiti, rendono meno amara una gara che sicuramente non era “la gara” da vincere. Il tecnico dei siciliani, a fine gara, si è però ritenuto soddisfatto della prestazione: “abbiamo provato a giocare in pressing e sono abbastanza contento, anche perché hanno giocato molti ragazzini. In parte abbiamo fatto quello che potevamo fare, la differenza tecnica poi si è vista”.

Tabellino:

RNLAuditore
Sibilla, Fusto, Amatruda, Candigliota, Bezic (3), Cavallaro, Cusmano(1), Riolo (2), Tagliaferri (1), Trebino, Pellegrini, Caliogna(4), Ruggiero. Allenatore F. Arcuri.
Ossidiana Messina
Vinci, Sollima, Logoteta, De Francesco, Sarno, Blandino, Annante, Repici, D’Agostino, Lo Prete, Arruzzoli, Di Bella. Allenatore N. Germanà.