Quantcast

Patetica sconfitta da smoBilitazione! foto

Una gara talmente priva di significati da far registrare semplicemente un (ennesimo brutto) tabellino finale che sottolinea un Crotone ancora una volta, esemplificaticamente Modesto

Più informazioni su

Procolo Guida dall’Ezio Scida

Una gara talmente priva di significati per entrambe le squadre (e chiunque altra nella categoria) che non è stato complicato anticiparla: tutte le altre giocheranno in contemporanea alle 20.30! I crociati sono abbondantemente e da parecchio fuori dalla corsa playoff, i calabresi sono già retrocessi matematicamente in serie C. Nella sua ultimissima nello stadio della sua città, Modesto deve fare a meno di capitan Estevez (infortunato), Adekanye, Mulattieri e Nicoletti portando titolare Cangiano al fianco di Marras e Schirò in regia. Lunghissima la lista degli assenti per Iachini, come sempre d’atronde. In difesa Osorio prende il posto di Danilo (infortunato), considerando anche l’assenza di Circati impegnato con la Primavera. In mezzo al campo non ci sarà nemmeno Bernabé, anche lui in infermeria, al suo posto giocherà Sohm. In attacco, dove mancherà lo squalificato ed ex di turno Simy, ci sarà la coppia Benedyczak-Inglese, ma nella ripresa dovrebbe trovare spazio anche il giovane Bonny. Solo 9 giocatori in panchina tra cui due portieri della squadra Primavera e l’ex Rispoli che comunque vanta 19 presenze quest’anno (13 da titolare).

In una festosa aria di smobilitazione caratterizzata dalla presenza massiccia di ragazzini inizia la gara con una discreta intraprendenza da ambo le parti. E’ Cuomo a calciare per primo verso Turk all’11’ (alto sopra la traversa) e Vazquez 30 secondi più tardi verso Festa (a lato destro). Al 19′ Marras crossa bene e Maric non riesce a schiacciare. Quando il Crotone sembra voler uscire dal clima scapoli ammogliati, riesce ad autofrustrarsi con 3 conclusioni consecutive di Cangiano puntualmente murate. Si arriva alla mezz’ora con la topica di Festa che fa quasi peggio di Radu e Vazquez, di rimpallo, porta in vantaggio i suoi: tutto abbastanza patetico. Anzichè sferzare, l’inquacchio peggiora la prestazione che, certo non avvincente, aveva visto i padroni di casa comandare. Si va dunque al riposo con altre occasioni degli ospiti che non hanno voglia e stimoli per essere cinici.

Modesto si conferma fino al termine: entra Canestrelli al posto di Nedecearu… Boh? La voglia nei primi 10 minuti sembra (quasi) tornare, ma al momento dell’ultimo passaggio è sempre la stessa storia. Si arriva allo stesso modo al 65′ con niente di fatto e di nuovo, un dispendio di energie ed inserimenti senza palla mai serviti che esaltano solo Delprato ed Osorio a chiudere con calma olimpica. Iachini inserisce Tutino per Benedyczak e Modesto Sala e Kargbo per l’acciaccato Schnegg e Kargbo. Al 70′ esagerate proteste per un presunto mani in area crociata. Entrano anche Rispoli e Zagaritis al posto di Coulibaly e Oosterwolde. Il Parma in fuorigioco colpisce pure un palo e la gara non s’infiamma nemmeno se arrivasse Grisù… All’86’ il Parma si divora il raddoppio con Tutino che liscia ad un metro dalla porta vuota, e Marras fa peggio da solo di fronte a Turk che fa un figurone, insomma è finita con 4 inutili e scialbissimi minuti di recupero: ed è davvero l’unica consolazione. All’anno prossimo, in una serie dove questa “squadra” farebbe ancora più fatica, perchè il coraggio e la grinta in Lega Pro sono davvero imprescindibili.

CROTONE           0

PARMA                 1    (Vazquez al 30′)

CROTONE (3-4-2-1): Festa; Nedelcearu (Canestrelli dal 46′), Golemic, Cuomo; Calapai, Schirò, Awua, Schnegg (dal 66′ Sala); Cangiano (dal 66′ Kargbo), Marras; Maric.

All. Modesto

PARMA (3-4-1-2): Turk; Delprato, Osorio (amm. al 72′ dall’89’ Valenti), Cobbaut; Coulibaly (dal 74′ Zagaritis), Sohm, Juric, Oosterwolde (dal 74′ Rispoli); Vazquez; Benedyczak (tutino dal 65′), Inglese (dall’ 89′ Bonny).

All. Iachini

Ha diretto la gara il Sig. Colombo

Più informazioni su