Quantcast

Finali Regionali Estive: tutto il grande nuoto calabrese sarà di scena a Crotone

La A.S.D. Kroton Nuoto sarà parecchio sollecitata: non soltanto in qualità di organizzatore degli eventi ma soprattutto attraverso i propri atleti e tecnici che cercheranno di ritrovare i tempi perduti causa chiusura impianto e impedimenti della pandemia.

La Piscina Olimpionica Città di Crotone – gestita dal costituendo ATI ASD Rari Nantes L. Auditore Crotone e ASD Kroton Nuoto – ospiterà a partire da Sabato 25 e Domenica 26 Giugno tutte le manifestazioni agonistiche natatorie previste nel calendario regionale della Federazione Italiana Nuoto per la stagione outdoor 2022.
Il Comitato Regionale Calabria – presieduto da Alfredo Porcaro – ha scelto l’impianto comunale olimpionico come sede di tutte gli eventi finali regionali e come simbolo concreto di ripresa, riapertura e ripartenza. Un totale di oltre duemila presenze renderà Crotone, e la sua Piscina Olimpionica, l’Hub di riferimento del nuoto calabrese e darà alle strutture ricettizie cittadine l’opportunità di offrire i propri servizi per tre weekend consecutivi.

  1. Il 25 e 26 giugno p.v. si terranno le qualificazioni alle finali estive regionale per le categorie Esordienti e Categoria.
  2. Il 08 Luglio p.v. si terranno le Finali regionali estive di Life Saving (nuoto per salvamento).
  3. Il 09 e 10 Luglio p.v. si terranno le Finali categoria Esordienti.
  4. Il 15, 16 e 17 Luglio p.v. si terranno le Finali Categoria.

In definitiva, tutto il grande nuoto calabrese sarà di scena a Crotone, presso l’impianto olimpionico comunale, alla conquista dei migliori tempi e piazzamenti individuali e di squadra. Dagli esordienti, agli atleti più grandi, sino al nuoto per salvamento: tutti andranno alla ricerca della prestazione individuale – verosimilmente qualcheduno avrà modo di stampare prestazioni dal valore nazionale e internazionale – e del maggio numero di punti da consegnare alla propria compagine sociale di appartenenza.
La A.S.D. Kroton Nuoto sarà parecchio sollecitata: non soltanto in qualità di organizzatore degli eventi ma soprattutto attraverso i propri atleti e tecnici che cercheranno di ritrovare i tempi perduti causa chiusura impianto e impedimenti della pandemia.