Quantcast

Avevano ragione e saranno risarciti gli ex parcheggiatori! foto

Marino, Gerace e Stasi vedono riconosciuti diritti solo in Tribunale. Ora cambierà qualcosa nella governance di Akrea?

“…Deve, pertanto, essere dichiarata l’illegittimità del collocamento dei ricorrenti in cassa integrazione a zero ore con decorrenza dal 20.7.2020, come risulta dalla documentazione in atti, ed accolte le relative rivendicazioni risarcitorie indicate nei conteggi allegati al ricorso…”

Questo lo stralcio centrale della sentenza di oggi che, cliccando qua di seguito, puoi scaricare per esteso (1056230s.) Parliamo di alcuni degli ex ausiliari del traffico trasferiti in Akrea, demansionati prima e messi dopo a cassa integrazione a zero ore per poi essere “vessati” ad accettare di essere messi allo spazzamento (clicca qua per rivedere la diretta di un anno fa). Tre di loro hanno eroicamente resistito vincendo oggi la causa che riabilita nella dignità anche gli altri 8 che non hanno avuto la stessa possibilità. Si perché una cosa la certifica questa sentenza molto al di là dei risarcimenti economici ed anche della stessa parte che riguarda il salvagente garantito al Comune, con il difetto di legittimazione passiva del Comune di Crotone: il risarcimento del danno per avvenuto demansionamento! Altro che piani assunzionali che poi tra l’altro stanno dando ragione ad altre denunzie di crotoneinforma (con le procedure di mobilità e concorsi solo adesso riconosciute ed applicate). Altro che scienziati Cretella, Filiberto e don Abbondio Giglio. Altro che medagliette e passate amministrazioni che hanno mangiato. Altro che servizi ed affidamenti diretti agli amici degli amici. Qui c’è un modo di affrontare l’occupazione e la programmazione delle attività che prestano servizi alla collettività che, con la complicità di sindacati, si è svolta, con non poca arroganza, nella stanza del Sindaco Voce e che sta creando danni erariali che vorremo comprendere chi pagherà, se non sempre noi cittadini. Ed ancora le isole ecologiche sono nelle condizioni che alleghiamo (ed il Sindaco un mese fa aveva assicurato che sarebbero state messe a posto in una settimana); e per ultimo, nessuno ancora reclama che il Piano dei Rifiuti approvato in Giunta non è mai stato messo on line e tanto meno portato in Consiglio Comunale, così come prevederebbe la legge! Oggi proprio la vittoria della vera e propria resistenza civile di MICHELE MARINO, SALVATORE GERACE e FRANCESCO STASI, ci obbliga a proseguire, anche per conto di tutti quelli che hanno dovuto accettare ricatti, a rivendicare e denunziare. Per questa ragione, a breve, faremo una diretta con l’avvocato Luciano Sgrizzi (che ha seguito legalmente i lavoratori), Saverio Marafioti (che sta condividendo con noi una campagna di rivendicazione dei diritti di una Amministrazione davvero trasparente) e Nino Carta cittadino attivista che ha postato questo video (tra altri) della situazione dell’isola ecologica a Crotone di ieri. Il nostro obiettivo è semplicemente quello di dettagliare (e poco dissertare) non solo questa su questione, già di per se, davvero scabrosa, ma su cosa può e deve significare il concetto di controllo civico della pubblica amministrazione. (CLICCA QUA PER VEDERE LA SITUAZIONE DELL’ISOLA ECOLOGICA A IERI DAL REPORT DI NINO CARTA)