Mercoledi, 14 novembre 2018 ore 03:17  feed rss facebook twitter
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
Crotoneinforma.it
SPORT

Grande festa per la prima di una nazionale: anche se il Portogallo vince con merito!

Festa sociale oltre che di sport ed anche un bello spettacolo, soprattutto dei Lusitani che vincono strameritatamente 2 a 1

Grande-festa-per-la-prima-di-una-nazionale-anche-se-il-Portogallo-vince-con-merito
Martedì 16 Ottobre 2018 - 20:0

Procolo GUIDA, dall'Ezio Scida:

Siamo all’ennesimo appuntamento storico del calcio crotonese: la prima di una nazionale allo stadio Ezio Scida. Italia Portogallo Under 20 di oggi è anche di gran profilo! Partita contro il Portogallo valevole, come terzo match del Torneo 8 Nazioni, le due precedenti partite degli azzurrini di Paolo Nicolato ci hanno  visti vincere in Polonia con un perentorio 0-3 e siamo poi usciti sconfitti per 2-1 in Inghilterra.… …ma questa è un’altra storia!

Ci piace infatti descrivere l’atmosfera, che è quella che solo gli stadi di provincia sanno regalare a queste gare: il momento dell’inno è poi da brividi!

Ci sarà da vedere bei giocatorini già conosciuti non solo agli addetti ai lavori (Plizzari, Brignola e Pinamonti su tutti) ed un talentino tutto crotonese: Federico Valietti pronto ad entrare dalla panchina!

L’Italia si presenta con il consueto 442 di Mister Nicolato; i lusitani, come la loro scuola storicamente insegna, affollano il centrocampo di palleggiatori e pare subito capace di imporre un predominio in termini di possesso. Ma i portoghesi la mettono subito sul fisico: e solo dopo 16 minuti Del Prato ne fa le spese in favore proprio del nostro Valietti che entra andandosi a piazzare come terzino destro.

Il gioco è dunque spezzettato e non proprio gradevolissima anche se la presenza in campo dei giovanotti è tale da dare l’impressione di una categoria importante.

Al 20’ è Dju a cercare il colpo al volo dalla sinistra, alzando di poco sulla traversa, e cinque minuti più tardi è Quina, da assist da calcio d’angolo a sprecare una buona occasione al centro dell’area.

L’Italia fa fatica ad impegnare la metà campo portoghese, ma quando ci riesce sembra essere più capace di far male; infatti al 28’ Brignola perde il momento giusto dopo essersi quasi liberato in area grazie anche ad un ottimo movimento sulla sinistra da scambio fra Sottil e Melegoni.

Al 31’ il talentuosissimo numero 10 portoghese (Quina) riesce a percorrere 20 metri palla al piede e sferrare, appena entrato in area, un ottimo destro che sfiora l’incrocio dei pali difesi da Plizzari che poco avrebbe potuto.

Al 37’, sull’ennesima discesa sulla sinistra di Neto si crea mischia in area che costringe ad una parata non proprio perfetta di Plizzari su Dju, sulla respinta Pedro Correia è il più lesto a depositare in rete; inutili (ed anche infondate) le proteste degli azzurrini per un eventuale intervento scorretto dei lusitani.

Poco dopo arriva, purtroppo, il secondo cambio forzato: Zanandrea non ce la fa e deve entrare Buongiorno al suo posto.

Per il resto dei minuti del primo tempo, l’Italia non mostra segni in grado di poter cambiare partita.

Inizia la ripresa. Triplo cambio per gli azzurri. Dentro Colpani, Pinamonti ed Ercolani, fuori Marcucci, Sottil e Brignola.

Dopo meno di 10 minuti di ulteriore predominio lusitano (con annessi due pericoli per gli azzurrini) arriva, come manna dal cielo, il pareggio italiano: Colpani lancia lungo verso Scamacca, che riesce ad anticipare il difensore e, di destro, a trafiggere Costa con un bel exploit personale!

Altri 12 minuti di predominio (quasi globale) lusitano ed arriva pure il gioiello: destro pazzesco di Quina che infila la palla all’incrocio dove Plizzari non può fare nulla.

L’Italia cerca di scuotersi questa volta ma il predominio portoghese è sia tecnico che tattico, anche per una quadratura di un 442 italiano che appare troppo scolastico.

Nell’arco di 5 minuti la cronaca, a parte qualche apertura degli ospiti fa registrare 4 cambi, due per parte: per i portoghesi, dentro Gomes e Baldè, fuori Neto e P. Correia e per gli azzurri, dentro Sala e Danzi, fuori Frattesi e Tripaldelli.

La gara prosegue con un’accademica prestazione degli ospiti che sembrano quasi non voler infierire.

Comunque grande festa di sport per una città che vede per la prima volta l'azzurro!

 

IL TABELLINO DI ITALIA-PORTOGALLO UNDER 20

Italia             1 (Scamacca al 52’)     

Portogallo    2 (Pedro Correia al 37’; Quina al 64’)

 

Italia: Plizzari; Del Prato (dal 16’ Valietti), Gabbia, Zanandrea (dal 40’ Buongiorno), Tripaldelli (dal 80’ Danzi); Frattesi (dal 80’ Sala), Marcucci (dal 46’ Colpani), Melegoni (dal 83’ Mallamo); Sottil (dal 46’ Pinamonti), Scamacca, Brignola (dal 46’ Ercolani).

A disp.: Cerofolini, Buongiorno, Ercolani, Sala M., Valietti, Colpani, Danzi, Mallamo, Pinamonti.

All.: Nicolato.

 

Portogallo: Diogo Costa; David Carmo, Diogo Queirós, Thierry Correia, Moura, Florentino, Miguel Luís, Domingos Quina, Pedro Neto (dal 75’ Gomes), Pedro Correia (dal 75’ Baldè), Mesanque Dju (dal 65’ Camacho).

A disp.: Ricardo Silva, Romain Correia, Amilcar Silva, Luís Silva, Nuno Hernique, Diogo Teixeira, Elves Baldé, José Gomes, Rafael Camacho.

All.: Hélio Sousa.

 

Arbitro: Sig. Myc (Polonia)

 



public/img/fotogallery/galleria2018101619573300_4.jpg
public/img/fotogallery/galleria2018101619573300_3.jpg
public/img/fotogallery/galleria2018101619573300_2.jpg
public/img/fotogallery/galleria2018101619573300_1.jpg
public/img/fotogallery/galleria2018101619573300_0.jpg


ULTIMISSIME
Haber diventa Bukowski all'Apollo
Martedì 13 Novembre 2018
Bando dote lavoro e inclusione attiva
Lunedì 12 Novembre 2018
La Pallamano Crotone torna e vince!
Lunedì 12 Novembre 2018
24 sanzioni su 153 veicoli controllati
Domenica 11 Novembre 2018
CrotoneInforma.it