Quantcast

Tre giorni di controlli da parte del personale del P.A.S.I.

Diverse le sanzioni elevate nel territorio della Provincia di Crotone.

Nella giornata del 23 marzo 2021 il personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa ha effettuato un controllo amministrativo presso un esercizio commerciale ubicato a Roccabernarda, la cui titolare è L.A., crotonese classe 1987. All’atto dell’accertamento l’attività era condotta da B.C., crotonese classe 1986. Al termine del controllo è stata elevata sanzione amministrativa per la violazione delle normative atte al contenimento del rischio epidemiologico derivante dal virus Covid-19, poiché veniva omesso di esporre all’ingresso dell’attività un cartello riportante il numero massimo di persone ammesse all’interno del locale medesimo, nonché la prescritta informativa sulle misure di prevenzione da adottare. E’ stata inoltre applicata la chiusura provvisoria dell’esercizio per 5 giorni con relativa segnalazione al Sig. Prefetto di Crotone per l’irrogazione della sanzione accessoria della sospensione dell’attività da 5 a 30 giorni.
Nella giornata del 24 marzo 2021, invece, il personale della Divisione P.A.S.I. – Squadra Amministrativa, ha effettuato la seguente attività:

    • controllo amministrativo ex art. 13 L. 689/81 nei confronti dell’attività di armeria ubicata a Crotone il cui titolare è S.M., crotonese classe 1969. Al termine delle verifiche circa il rispetto delle prescrizioni imposte dalle licenze in suo possesso non venivano riscontrate irregolarità e veniva invitato ad esibire ulteriore documentazione non disponibile sul posto.
    • controllo armi ex art. 38 TULPS nei confronti di R.A., crotonese classe 1959. Dall’analisi della denuncia armi, il soggetto risultava possessore di una pistola, il tutto detenuto a Crotone. Dal controllo invece emergeva che il soggetto aveva portato presso l’attuale indirizzo di residenza le munizioni possedute, senza però aver mai provveduto alla denuncia all’Autorità di PS del cambio di luogo di detenzione.

E’ stato inoltre accertato che il soggetto non era in grado di mostrare l’arma posseduta. Alla luce dei fatti il personale procedeva a deferire alla competente autorità giudiziaria R.A., resosi responsabile dei reati ex art. 20 della Legge 110/75 ed ex art. 221 TULPS.
In data 25 marzo 2021, personale della Divisione P.A.S.I. a seguito di accertamento scaturito dal controllo amministrativo ex articolo 13 L. 689/81 effettuato in data 19.03.2021, presso un’attività di somministrazione di alimenti e bevande, avente sede operativa ad Isola di Capo Rizzuto, tale T.T., crotonese classe1993, in qualità di titolare della predetta attività, veniva sanzionato (pmr € 2000,00) per aver omesso il piano delle procedure di “autocontrollo” basato sui principi del sistema HACCP.