Quantcast

La Lega e Crotone, Calabretta: “I numeri li abbiamo, andiamo avanti coinvolgendo soprattutto chi ama il proprio territorio e i giovani”

Il commissario, dopo il buon posizionamento del partito in perfetta linea con il dato regionale del Carroccio in merito alle scorse elezioni, invita i nuovi militanti a continuare l'impegno per il territorio crotonese.

Il commissario, dopo il buon posizionamento del partito in perfetta linea con il dato regionale del Carroccio in merito alle scorse elezioni, invita i nuovi militanti a continuare l’impegno per il territorio crotonese e a dare vita ad azioni rapide ed efficaci ai problemi dei cittadini. “Nella città di Crotone, secondo la 32ª edizione della Qualità della vita del Sole 24 Ore, si registra la maggiore incidenza di amministratori comunali con meno di 40 anni (il 37% degli incarichi contro una media nazionale del 26%). E’ una svolta di attenzione positiva in uno dei territori più poveri d’Italia. I giovani crotonesi, nonostante le difficoltà legate al mercato del lavoro e alla ricerca di una piena autonomia rispetto al nucleo familiare d’origine, partecipano attivamente alla vita della comunità locale, ora impegnandosi direttamente a livello comunale, ora portando avanti esperienze nel mondo del volontariato e dei comitati cittadini. Riteniamo fondamentale la presenza dei giovani nel nostro partito e lo facciamo gettando le basi di un presente ed un futuro che li vede protagonisti. Sono sicuro che da loro passino i futuri successi del Carroccio locale così come sta avvenendo a livello nazionale, dove gli under 40 occupano ruoli di primo piano e siedono nel Parlamento  italiano ed europeo”, dichiara Cataldo Calabretta.

“I giovani sono la categoria che sta pagando il prezzo maggiore alla pandemia giunta al terzo anno, dopo aver sofferto già ingiustamente i problemi noti e che sono ormai un caposaldo della nostra battaglia politica, dalla migrazione di massa alla disoccupazione. Tocchiamo con mano le conseguenze sulla popolazione, assistiamo parallelamente all’ insoddisfazione di giovani e preparati che ritengono di non avere speranza per il futuro”- continua il commissario provinciale della Lega e sub commissario regionale. “Bisogna impegnarsi per dare concretezza alla politica partendo da loro. La Lega a Crotone negli ultimi mesi ha raccolto nuovi iscritti tra i giovani di ogni estrazione culturale e sociale. Il nostro leader Salvini da anni si rivolge  più espressamente alle nuove leve e con l’iniziativa della scuola di formazione politica “Penso, conosco, creo” si vogliono formare i giovani professionisti che ambiscono a governare questo Paese. “Vorrei che ci scegliessero perché abbiamo abbandonato da tempo gli slogan politici e ci impegniamo con azioni rapide ed efficaci a trovare soluzioni ai problemi quotidiani delle famiglie e delle imprese – conclude Calabretta – perché prima della nostra appartenenza alla Lega, viene il dovere della cittadinanza. Siamo semplicemente cittadini crotonesi, consapevoli del compito che ci è stato affidato e la popolazione ci ha premiato portando in tutta la provincia numeri importanti in perfetta linea con il trend regionale: abbiamo raggiunto l’8% dei consensi e la provincia di Crotone ha contribuito all’elezione di ben quattro consiglieri regionali”.