Quantcast

#Ioleggoperché LAB, Mutamenti e Ic Papanice nella piattaforma nazionale di sperimentazione dell’AIE

Torna Ioleggoperchè con nuove sfide e un progetto nazionale di sperimentazione di lettura che tocca la Calabria.

Più informazioni su

Torna Ioleggoperchè con nuove sfide e un progetto nazionale di sperimentazione di lettura che tocca la Calabria. L’associazione culturale MutaMenti e l’Ic Papanice, scuola secondaria di primo grado di Margherita, da sempre in prima linea nella promozione della lettura tra i giovani nel territorio, saranno attori di questo grande progetto pilota, voluto dall’Aie e dall’Unical,che partirà a settembre.
La grande novità di questa edizione di Ioleggoperchè è Ioleggoperchè lab Progetto Calabria: una piattaforma nazionale di sperimentazione attiva durante l’intero anno scolastico, in linea con lo spirito dell’iniziativa madre, ma declinabile in progetti diversificati. Un’area sperimentale, messa a disposizione da AIE aperta alla collaborazione con soggetti diversi, dentro cui sviluppare nuove attività e campagne, iniziative territoriali, progetti pilota mirati a target specifici, con l’obiettivo comune e condiviso dell’educazione e promozione della lettura nelle scuole.
Quest’anno ci si concentrerà su due ambiti territoriali: la Calabria e la Lombardia con una sperimentazione sui nidi. In particolare, #ioleggoperchéLAB- PROGETTO CALABRIA, in collaborazione con l’ Università della Calabria,ha l’obiettivo di sperimentare, nel contesto di #ioleggoperché, che già vede protagonisti scuole, famiglie e librerie, alcune associazioni culturali del territorio con la funzione di stimolo per la creazione di nuovi modelli di promozione della lettura nelle scuole, proposte a partire dalle realtà locali.
Il coordinamento generale e la direzione scientifica è a cura dell’università, che misurerà l’effettivo cambiamento nelle abitudini di lettura da parte degli studenti così da fornire informazioni utili per il futuro. Quattro le associazioni coinvolte in Calabria (Lo studio di Francesco di Morano Calabro, il Circolo di Cultura Tommaso Cornelio di Rovito, la Cooperativa Kiwi di Rosarno, l’associazione MutaMenti di Crotone) e sette le scuole (primaria e secondaria di I eII grado nei comuni di Rovito, Spezzano Albanese, Castrovillari, Morano e Laino Borgo in provincia di Cosenza, Rosarno in provincia di Reggio Calabria e Ic Papanice, scuola secondaria di primo grado di Margherita a Crotone). “È una grande soddisfazione e un notevole riconoscimento – ha spiegato Patrizia Pagliuso, presidente MutaMenti – che ci ripaga del lavoro fatto in questi anni, soprattutto in questa scuola di periferia. Grazie al progetto nazionale Ioleggoperchè abbiamo fondato una biblioteca che oggi conta 1500 titoli, tutti best seller per ragazzi. Gli studenti di Margherita con la loro passione per la lettura sono diventati protagonisti del loro cambiamento culturale, diventando messaggeri della lettura, con le loro iniziative, in tutta la città. Questo progetto sperimentale, di certo, contribuirà a rafforzare quello che è diventato un punto di forza, in un territorio socialmente e culturalmente svantaggiato: l’amore per la lettura”.

Più informazioni su