Quantcast

La capolista Rari Nantes L. Auditore all’esame Etna Waterpolo

Arcuri chiede attenzione contro un avversario tutt'altro che facile. Cavallaro: "Sabato andremo ad affrontare una squadra preparata sotto ogni punto di vista".

Nella quinta giornata del Campionato Nazionale di Pallanuoto Maschile di SERIE B la Rari Nantes L. Auditore sarà impegnata a Catania, nell’impianto “casalingo” della Piscina F. Scuderi per ospitare l’ETNA WATERPOLO Catania, attualmente al settimo posto in classifica e reduce da una splendida prestazione contro la favorita assoluta del Girone 4.
Negli ultimi anni la sfida all’Etna Waterpolo Catania ha sempre rappresentato l’esame di maturità per capire quali ambizioni avere nel corso della restante stagione agonistica: nel 2019 addirittura è stata finale playoff per la promozione in Serie A2, nel 2020 poco prima dell’interruzione per l’incombente pandemia ha rappresentato il salto verso le primissime posizioni della classifica, lo scorso anno, di fatto, la sconfitta ci ha relegato a pretendere solo ed esclusivamente il mantenimento della serie. Quest’anno, dopo le prime quattro vittorie, una eventuale vittoria potrebbe elevarci a ruolo di protagonista per il resto della stagione.

Avversario da prendere con le pinze. Ce lo insegna questo campionato ma soprattutto la storia recente. Le sfide con i nostri amici dell’Etna Waterpolo Catania del Presidente Massimo di Salvatore sono sempre state contraddistinte da equilibrio e incertezza – precisa il Tecnico dell’Auditore Francesco Arcuri. In più non possiamo abbassare la guardia neanche per un istante. Come abbiamo visto e rischiato a Siracusa siamo un tipo di squadra con grande qualità ma con ancora poca preparazione di insieme. Basta un attimo per vanificare vantaggi anche considerevoli. Sabato giocheremo in casa a Catania e per quanto possa valere dobbiamo cercare di fare il massimo dei punti, anche se ospiteremo proprio la squadra di casa. Scherzi di questo recente destino. Ci aspettiamo come al solito un Etna intraprendente, che vorrà metterla sul nuoto e sulle ripartenze fulminee: pertanto dobbiamo limitare ogni attacco forzato e/o peggio ancora di perdere palloni in posizioni di campo pericolose, cercare di giocare con qualità e di squadra e limitare al massimo le ripartenze dei nostri avversari con le chiusure preventive e intelligenza. Giocheremo per giunta in orario non troppo comodo – le 12.30 – che di certo non faciliterà la nostra logistica e l’approccio alla partita.

La partita di sabato sarà tutt’altro che facile – ribadisce Mattia Cavallaro ventenne veterano difensore/centrovasca dell’Auditore. Sabato andremo ad affrontare una squadra preparata sotto ogni punto di vista, sarà dura ma ce la metteremo tutta per portare a casa i tre punti e prenderci una piccola rivincita rispetto alla sconfitta inflittaci lo scorso anno. Ogni partita per noi è un test. Sarà così fintanto che non raggiungeremo il primo obiettivo stagionale che è quello dei 21 punti che significherà mantenimento della serie. Nel bel mezzo di una pandemia siamo stati 5 giorni a settimana in macchina a macinare chilometri per raggiungere impianti natatori che ci ospitassero per allenamenti e partite. La Piscina a Crotone non è ancora pronta. Stiamo facendo miracoli sportivi a ripetizione. E siccome nessuno ci segue, ce li porteremo nella nostra memoria storica. Sabato vogliamo vincere per aggiungere un ulteriore bel ricordo.

Appuntamento pertanto Sabato, ore 12.30, Piscina Francesco Scuderi di Catania: l’Auditore Crotone ospiterà l’Etna Waterpolo Catania nella quinta giornata del Campionato Nazionale Maschile di Serie B – Girone 4. La società sta lavorando altresì per approntare il servizio di diretta streaming dell’incontro sui propri canali social.