Quantcast

Il derby dei dannati

Crotone e Cosenza non possono permettersi di sbagliare la gara dello Scida.

Più informazioni su

Una sconfitta, che poteva essere prevedibile nell’ultimo turno disputato, ma non per come è arrivata. Il Crotone, nulla ha potuto o è riuscito a fare contro il Lecce, uscendo dal Via del Mare con un pesante 3 a 0. Per i pitagorici si è tratta della terza sconfitta consecutiva, un trend, questo, che spegne, o quasi, quelle illusioni frutto dei quattro risultati utili consecutivi ottenuti fino alla gara contro la Reggina. In terra pugliese si è rivisto un Crotone quasi mai in grado di reagire ed in balia degli avversari. Un atteggiamento che sicuramente non permette, ad oggi, di pensare alla salvezza. La situazione per i rossoblù è sempre più critica: con 14 punti, la squadra del presidente Vrenna, condivide la penultima piazza con il Vicenza ed il primo posto utile in zona playout dista 5 punti, mentre la salvezza diretta 10. Importante per i pitagorici sarà ritrovare la via del gol, che manca da ben 4 giornate (Marras a Parma lo scorso 30 gennaio).

Cosenza

Ad occupare la posizione, che permetterebbe agli squali di respirare un po’ di più, è proprio il Cosenza, che non vive un momento di forma migliore rispetto agli uomini di Modesto. L’ultima vittoria risale alla fine di ottobre (3 a 1 alla Ternana) e a seguire sono arrivati 5 pareggi e 9 sconfitte, l’ultima della quali in casa del Como lo scorso weekend. La difesa dei silani ha tenuto bene fino a metà ripresa, per poi crollare nel finale. A poco è servita la rete di Caso allo scadere. Le speranze di salvezza del Cosenza sono ancora vive grazie a quel bottino di punti fatti a inizio stagione, che permettono ai lupi di mantenersi ancora in zona playout.

Qualche statistica

Quella di mercoledì sarà la decima sfida tra le due squadre in cadetteria. Il bilancio arride al Cosenza, che ha raccolto 7 vittorie e un pareggio. L’ultimo gol casalingo degli squali risale al febbraio 2001. All’andata, a decidere il match fu uno stupendo calcio di punizione di Carraro, che permise agli uomini di Zaffaroni, di cogliere i tre punti.

L’incontro

A dirigere l’incontro dello Scida di mercoledì pomeriggio, sarà Davide Massa di Imperia, con gli assistenti Alassio e Imperiale. Addetti al VAR: Di Paolo e Di Monte. Quarto uomo Cascone. Il fischietto ligure ha otto precedenti con gli squali tra Serie C1 (2 gare) campionato cadetto (2 gare) e Serie A (4 gare).

Più informazioni su