Quantcast

Quali le disposizioni per gli esercenti durante l’estate?

Lettera a firma dell'associazione ConSenso, indirizzata al Commissario Prefettizio.

Riceviamo e Pubblichiamo:

Egr. Commissario

La situazione di emergenza ha portato, per necessità sanitaria, alla chiusura di quasi tutte le attività commerciali, creando notevoli danni economici e finanziari, alle stesse attività.

Con l’approssimarsi della stagione estiva e di conseguenza con un aumento notevole di cittadini, che si riverseranno sul lungomare, per poter usufruire di un po’ di refrigerio nelle giornate particolarmente afose che ci saranno.

Noi di “Consenso”, vogliamo significare la posizione degli esercenti posizionati sul lungomare e/o nelle immediate vicinanze dello stesso.

In particolare, sorge spontanea la domanda: come si potranno posizionare i tavoli e le sedute in questo frangente?

Quali costi dovranno, ancora, sopportare le attività, a fronte di oltre 60 giorni di chiusura totale?

La Nostra proposta, in merito, riguarda:

a) la richiesta di annullamento di tutti i tributi comunali per tutto l’anno in corso;

b) aumento dell’area occupata di suolo pubblico per almeno il 50%;

c) chiusura al traffico veicolare nelle ore serali per il lungomare tutto;

d) intervento immediato di derattizzazione e deblattizzazione.

A fronte di tale richiesta, consapevoli della situazione finanziaria del Comune, di recente memoria, (Corte dei Conti), riteniamo opportuno, evidenziare che gli stessi esercenti si potrebbero occupare della pulizia, abbellimento e manutenzione ordinaria dell’area prospiciente le tante attività.

Con particolare menzione al requisito della pulizia e sanificazione.

E’ opportuno, inoltre, ribadire che la chiusura al traffico veicolare, consentirebbe di rendere più basso l’inquinamento atmosferico, cosa questa già verificatasi a livello nazionale, ed ancora allargare l’area della “passeggiata”, evitando contatti più ravvicinati tra gli utilizzatori e fruitori.

Gli stessi esercenti inoltre, potrebbero organizzare delle serate a tema, onde consentire una migliore e più piacevole permanenza sulla Via C. Colombo e Viale Gramsci.

Ciò che si vuole evidenziare è che la particolare condizione socio economica della Città versa in status notevolmente compromesso, il che significa problematiche ingigantite dalla situazione, con grave pregiudizio della semplice vivibilità civile.

Si intende ribadire che la nostra Associazione, si rende immediatamente disponibile ad una precisa e coerente ricerca di una soluzione ai problemi evidenziati; ad un incontro con Lei per sottolineare e rimarcare ancora, la percezione delle varie problematiche sollevate.

Nella certezza che tale nostra evidenziazione possa essere di supporto al lavoro che Ella sta sostenendo, nella consapevolezza delle ristrettezze economiche e finanziare dell’Ente e nella assoluta convinzione di lavorare per il bene comune, restiamo in attesa di un Suo cortese, quanto veloce, riscontro.

Cordialmente
Presidente Fabiola Marrelli
Vice Presidente Francesco Fabbiano