Quantcast

“Riportiamo Crotone protagonista in Calabria”

"Mancano pochi giorni all’elezione del nuovo presidente della Provincia di Crotone, un’elezione che appare sempre più distante dai cittadini".

Più informazioni su

Riceviamo e Pubblichiamo:

Mancano pochi giorni all’elezione del nuovo presidente della Provincia di Crotone, un’elezione che appare sempre più distante dai cittadini e, ahinoi, non solo per colpa di una mezza riforma Delrio che ha solo generato un aborto istituzionale a cui, prima o poi, si dovrà porre rimedio. Ma la distanza dei cittadini dalla politica aumenta, purtroppo, anche a causa di una certa classe dirigente che non si dedica più agli interessi della comunità, ma appare unicamente concentrata soltanto su egoismi, politici, personali e di gruppi. È chiaro che nessuno si interessi alle sorti della Provincia se gli attori protagonisti, soprattutto i candidati presidente, non hanno avuto nemmeno la decenza di presentare un programma amministrativo, un’idea, una visione, un elenco, anche minimo, di cose da fare per questo territorio. Niente di niente. Si ha l’impressione che vogliano andare lì ma non si capisce a fare cosa. Intanto ed in primo luogo ci sarebbe l’esigenza di ricostruire una sintesi nel sistema territoriale della provincia di Crotone che è stato seriamente compromesso e devastato dai comportamenti che molti hanno avuto nella recente campagna elettorale, nella quale sono prevalsi gli interessi individuali e non invece scelte mirate a promuovere lo sviluppo e la crescita della nostra comunità.
Ecco perché, in questa circostanza, più che mai abbiamo bisogno di una “Crotone Protagonista” del proprio futuro e del proprio destino, con il futuro Presidente che dovrà lavorare, innanzitutto, per risolvere l’annoso gap infrastrutturale, che vede questa provincia come unico territorio che non ha reali infrastrutture di sistema.

Abbiamo già detto, e più volte ribadito, che non è auspicabile un Voce presidente della Provincia, visto il disastro che ha prodotto nella città capoluogo. In quattordici mesi non ha combinato nulla e i danni non sono solo dovuti all’incompetenza, all’inefficienza e al nullismo, che ha caratterizzato fin qui l’amministrazione Voce, ma si sono prodotti guasti ancora più gravi e profondi, visto che la città oggi vive una situazione di completo marasma in ogni suo aspetto quotidiano, ed in secondo luogo Crotone non è più riconosciuta come capoverso del sistema provinciale, così come gli spetta, gli è dovuto e come dovrebbe essere. Quello a Ferrari è un voto che esprimeremo come alternativa a Voce e per questo, per noi, inevitabile, ma ci attendiamo che sappia dire e fare cose utili, significative ed importanti per il nostro territorio. In questo senso svolgeremo incessantemente un ruolo di stimolo e di sollecitazione perché la Provincia sia una casa per tutti e non per pochi.

Crotone Protagonista
Coordinamento provinciale

 

Più informazioni su