Quantcast

Piscina olimpionica comunale: al via una nuova stagione sportiva per la città di Crotone foto

L’iter che ha portato alla riapertura di uno degli impianti sportivi più prestigiosi ed importanti della città è stato illustrato oggi pomeriggio, presso la struttura.

Riapre la piscina olimpionica comunale di via Giovanni Paolo II. L’iter che ha portato alla riapertura di uno degli impianti sportivi più prestigiosi ed importanti della città è stato illustrato oggi pomeriggio, presso la struttura, dal sindaco Voce e dall’assessore allo Sport ed Impiantistica Sportiva Luca Bossi. Presenti i gestori dell’impianto, Vincenzo Arcuri per la Rari Nantes e Tatiana Hrytsenko per la Kroton Nuoto, che si sono aggiudicati il bando emesso dall’amministrazione e già pronti a raccogliere le iscrizioni per una nuova stagione sportiva che la città si prepara a vivere. Presente, inoltre, la delegata provinciale CONI Francesca Pellegrino. Presenti inoltre i dirigenti comunali Salvatore Gangemi e Francesco Marano. Simbolicamente le prime due iscrizioni le effettueranno il sindaco e l’assessore Bossi. Il sindaco Voce ha evidenziato l’importanza di aver restituito l’impianto alla comunità così come in precedenza erano stati rivitalizzati altri due impianti come il Palakro e il Settore B, oggi stadio Giuseppe Faga, e numerosi altri impianti dislocati nei quartieri di Crotone.

Una giornata importante per la città, per lo sport, per tanti giovani. Una giornata che da il via ad una nuova stagione sportiva per la città ma importante anche dal punto di vista sociale – ha detto il sindaco.

Ha proseguito l’assessore Bossi illustrando tutti i passaggi che hanno portato alla riapertura della piscina anticipando che l’amministrazione sta pensando di intitolarla, così come è stato fatto per il settore B ad una personalità sportiva che ha dato lustro, nel passato, allo sport crotonese.

Un percorso complesso che abbiamo affrontato con impegno e serietà, tenendo sempre bene in mente l’obiettivo anche a costo di apparire impopolari. Siamo ripartiti dalle macerie, non solo per la piscina comunale ma per tutta l’impiantistica sportiva della città. Rivoluzionando completamente l’approccio rispetto al passato, quando con delibere di giunta si affidavano impianti e si caricavano sui cittadini i costi di gestione. E fondamentale è stato il supporto di tutta la macchina amministrativa, che ringrazio. L’amministrazione ha indetto una gara pubblicata su Gazzetta Ufficiale, con concessione quinquennale e una serie di obblighi a cura dei concessionari tra cui il pagamento di un canone concessorio e i costi delle utenze e di gestione. Un punto su cui l’amministrazione ha voluto insistere è che ci sarà l’obbligo per gli atleti e le persone con diversa abilità di poter usufruire gratuitamente dell’impianto. E’ stato installato un nuovo e più moderno pallone pressostatico, attraverso l’utilizzo di finanziamenti, che consentirà di ridurre i consumi, e attivato un impianto fotovoltaico perfettamente funzionante. Il certificato antincendio, scaduto nel 2017, è stato rinnovato e abbiamo provveduto ad eseguire una serie di interventi di sostituzione e manutenzione degli impianti. Oggi è un giorno importante per l’intera città. Inizia una nuova fase, lasciandoci alle spalle il passato i cittadini possono guardare avanti con rinnovato ottimismo e fiducia nelle istituzioni – ha detto l’assessore Bossi