Quantcast

“La Fabbrica del Jazz” foto

Partono i quattro appuntamenti all’insegna della musica jazz. Apre sabato 9 aprile Massimo Garritano

Si chiama “La Fabbrica del Jazz” e prenderà il via questa sera all’interno di Fabbrica, la rassegna musicale organizzata dall’Associazione “LeCentoCittà” in collaborazione con il Consorzio Jobel. Presentata nella mattinata di venerdì 8 aprile, il programma dell’evento prevede quattro appuntamenti, il cui fil rouge sarà la contaminazione culturale.
La possibilità di poter usufruire di uno spazio “polivalente” come quello di “Via Alicata 18”, ha permesso al direttore artistico, Paolo Cerrelli, di poter scegliere e di spaziare all’interno del mondo del jazz, senza cristallizzarsi su un unico genere. Dall’jazz classico a quello più sperimentale, il pubblico potrà lasciarsi investire dall’ampio spettro di sonorità che questa musica ha da offrire.

Grazie a questa struttura – ha sottolineato Francesco Perri nel corso della conferenza stampa – siamo riusciti e riusciamo ad ospitare tantissimi eventi nonostante la difficile situazione pandemica. Siamo contenti – ha poi aggiunto – di avere, ancora una volta, la possibilità di collaborare con un baluardo della cultura di questa città come Paolo. Per questo evento abbiamo chiesto la sua collaborazione vista anche la sua enorme passione per il jazz.

La collaborazione tra “LeCentoCittà” e Paolo Cerrelli non è cosa nuova, anzi, continua a rafforzarsi evento dopo evento. A fare da collante, poi, il Consorzio Jobel, il cui lavoro di impronta socio-culturale, in favore della cittadinanza, continua in maniera incessante.

Questo luogo è diventato nel tempo un punto importante della storia culturale e aggregativa di questa città – ha detto Santo Vazzano – Quello a cui puntiamo come sempre è l’uso della cultura come strumento di cambiamento e di inclusione sociale.

Tre saranno i concerti che dal 9 al 18 aprile si susseguiranno, fino ad arrivare alla giornata del 30, quando, laboratori, masterclass, dibattiti e concerti, faranno da cornice alla giornata internazionale dedicata dall’UNESCO alla musica jazz come “strumento di sviluppo e crescita del dialogo interculturale volto alla tolleranza ed alla comprensione reciproca”.

Quello che sta offrendo Fabbrica – ha tenuto ad evidenziare Poalo Cerrelli – non ha niente da invidiare a nessuno ed è questa l’ottica nella quale siamo entrati. L’unico rammarico e che debbano essere sempre i privati ad impegnarsi per poter realizzare le cose a Crotone – ha poi aggiunto Cerrelli – Con la cultura si cresce. Noi cerchiamo di fare qualsiasi cosa divertendoci, perché se non ci si diverte e se non viene messa passione, le cose nascono già morte.

Appuntamenti

  1. Sabato 9 Aprile ore 21.30
    Massimo Garritano Freefolk Live
  2. Sabato 16 Aprile ore 21.30
    Cyranò Vatel Gypsyjazz 4tet
  3. Lunedì 18 Aprile ore 21.30
    Nicola Pisani Mediterranean Acoustic Orchestra
  4. Sabato 30 Aprile dalle 10.00
    Giornata internazionale del Jazz

 

  1. picture